• Gio. Lug 25th, 2024

Mauro Corona Si Confessa Alla Berlinguer: Il Dramma Della Sua Infanzia!

Bianca Berlinguer è passata a Mediaset e Mauro Corona l’ha seguita. Lo scrittore le ha fatto una confessione ricordando il dramma della sua infanzia. Ha commosso tutti.

 

Mauro Corona si confessa a Bianca Berlinguer

Mediaset sta preparando una nuova stagione per Bianca Berlinguer che ha portato con sé Mauro Corona. L’accoppiata Berlinguer/Corona va avanti da anni. Con i loro dibattiti incendiari su RaiTre, la conduttrice e l’ospite fisso hanno fatto incetta di share.

Lo scrittore Mauro Corona, oltre ad essere autore di diversi bestseller, è anche un abile scultore ed appassionato di alpinismo.

Rivolgendosi al suo pubblico, la Berlinguer l’ha tranquillizzato dicendo che, in fondo, nel passaggio dalla Rai a Mediaset, non è cambiato nulla. Nel suo programma, restano invariati la squadra, gli ospiti, le curiosità, le domande, le storie. Sarà presente anche lo scrittore montanaro nella sua nuova trasmissione, di cui non si sa ancora il titolo e che andrà in onda sempre di martedì alle 21.25 su Rete4. A confermare la presenza di Mauro Corona è stato Pier Silvio Berlusconi, che ne ha promosso la candidatura.

Il pubblico freme in attesa di assistere al nuovo programma carico di racconti commoventi come quello del 2022, quando Corona svelò qualcosa della sua infanzia.

Mauro Corona: il dramma della sua infanzia ha commosso tutti

Il ricordo d’infanzia di Mauro Corona è stato commovente. Bianca Berlinguer l’ha lasciato parlare e lui si è sfogato raccontando la sua storia.

Tutto è nato da una polemica su Peppa Pig, durante una trasmissione del 2022 in onda su RaiTre in cui si discuteva dell’eventuale censura del cartone animato da parte del governo. Il motivo della censura riguardava la presenza di una coppia omosessuale che ha scatenato la polemica.

Molti esponenti politici chiedevano il taglio della puntata. L’opinionista Mauro Corona, a quel punto, si è scagliato contro la censura. Ha puntato il dito sulla classe politica, che tende a trasmettere un sentimento di paura destabilizzante alle varie classi sociali. Non è giusto indottrinare alla paura, spaventare la gente con questi mezzi per attirare voti.

Certe mosse si ripercuotono sui più piccoli. Tutti hanno diritto alla felicità, che sia con due genitori o con dieci padri e dieci madri. Perché dire che bisogna avere solo un padre e una madre? Perché non averne due di ciascuno?

A chiusura di questo ragionamento, Mauro Corona ha parlato della sua infanzia. Non ha avuto né un padre né una madre. Cosa dovrebbe dire lui? Si sarebbe sentito più fortunato se qualcuno l’avesse adottato dandogli calore umano, affetto, un po’ d’amore.

Che ne pensate di Mauro Corona? A voi i commenti!