• Mar. Set 27th, 2022

Intossicazione Alimentare: Minorenni In Ospedale!

Alcuni ragazzi minorenni italiani, dopo essere andati a cena in un ristorante e dopo aver mangiato del pesce, si sono sentiti malissimo. In seguito al ricovero ospedaliero, hanno appreso di aver subito un’intossicazione alimentare!

 

Intossicazione alimentare a Monza: colpiti 17 ragazzi di Aversa

17 ragazzi provenienti da Aversa hanno deciso di recarsi in Italia per godere delle vacanze estive. Parliamo di un gruppo di boy scout, tutti di età compresa tra i 12 e i 14 anni, guidati da alcuni ragazzi un po’ più grandi.

Durante una serata come tante altre, il gruppo ha deciso di andare a mangiare del pesce in un ristorante della città ma, il giorno dopo, si sono sentiti tutti male a causa di un’intossicazione alimentare.

Il malessere ha fatto la sua comparsa il giorno successivo nel mezzo di una caccia al tesoro, ed è per questo motivo che sono stati contattati i soccorsi. Questi, arrivati sul posto, hanno subito capito l’entità dell’emergenza e hanno portato i ragazzi in diversi ospedali.

Tutti gli ospedali hanno effettuato le stesse analisi e queste hanno rinvenuto la presenza di una vasta intossicazione alimentare, probabilmente causata dal pesce consumato la sera prima.

Molti ragazzi hanno quindi accusato diversi malori e alcuni di questi sono addirittura svenuti, rendendo una gita piacevole un vero e proprio incubo per tutti.

I ragazzi sono già in fase di ripresa, mentre alcuni di loro sono già stati dimessi dopo aver ricevuto tutte le cure del caso.

Che cosa comporta un’intossicazione alimentare da pesce?

L’intossicazione alimentare da pesce è un fenomeno che nell’ultimo periodo si sta manifestando sempre più spesso. Solitamente questa condizione si manifesta quando si ingerisce del pesce contaminato o poco cotto che, ovviamente, contiene dei batteri che possono risultare estremamente pericolosi per la salute dell’organismo umano.

Tra i sintomi della condizione rientrano vomito e dissenteria, crampi addominali, mal di stomaco, un senso di nausea, vertigini e in alcuni casi brividi e febbre alta. Questi cominciano a comparire poche ore dopo il contatto con il cibo contaminato e il loro esordio avviene in maniera molto blanda, per poi peggiorare nel corso delle ore.

Ovviamente nei casi gravi è necessario recarsi in pronto soccorso, dove verranno effettuate delle analisi al fine di scoprire l’agente contaminante e somministrare le giuste cure. In altri casi invece, basta seguire una dieta in bianco o rimanere a digiuno per qualche ora, in modo da consentire all’organismo di rigenerarsi.

In questa condizione è fondamentale idratarsi poiché si è soliti perdere molti sali minerali e sudare parecchio.

Per evitare di incorrere nell’intossicazione alimentare è sempre bene cuocere alla perfezione cibi come carne e pesce; lavare le verdure; conoscere le giuste norme di conservazione degli alimenti; non mischiare più cibi fra di loro e non riporre nello stesso contenitore cibi cotti e crudi.

Al momento sono in corso delle indagini per quanto riguarda il ristorante presso il quale i ragazzi hanno cenato, ma i proprietari hanno dichiarato che mettono in tavola solo cibi di alta qualità.

Avete mai sperimentato sulla vostra pelle le conseguenze di un’intossicazione alimentare? A voi i commenti!