• Gio. Ott 6th, 2022

Italia, Turisti Attaccati Da Zecche: I Malesseri Avvertiti!

In Italia, un gruppo di turisti è stato attaccato dalle zecche, ma non solo, molti bambini sono stati colpiti dall’infezione della Legionella! Ecco dove è accaduto tutto ciò!

 

Malessere di gruppo per i turisti: allarme a Bormio

Nella ridente cittadina di Bormio, si è verificato un triste episodio che ha visto come protagonisti alcuni turisti provenienti da Brescia e dalla Valtellina.

Questi si sono recati a Bormio per concedersi una settimana di vacanza ma, dopo poche ore, hanno cominciato a manifestare forti malesseri.

Questo ha destato subito curiosità negli abitanti del luogo, in quanto alcuni bambini presenti nella comitiva non si sono mai allontanati dall’albergo, se non per effettuare le gite comuni organizzate dall’associazione.

Ovviamente sono subito scattati i controlli verso la struttura che aveva il compito di ospitare i turisti. Questa è stata descritta come fatiscente e priva di ogni forma di tutela verso l’igiene e la sicurezza degli ospiti.

I medici dell’ospedale che ha ricoverato i visitatori quindi, hanno condotto le dovute ricerche e, dopo aver effettuato diverse analisi, hanno riscontrato nella Legionella la causa di questo disturbo.

Molti bambini colpiti dall’infezione della Legionella: preoccupati i genitori

Molti dei bambini che hanno accusato malori hanno riportato dei sintomi ben precisi come nausea, vomito, febbre molto alta e, in alcuni casi, persino la tosse.

Proprio per questo motivo si stanno conducendo delle analisi mirate al fine di scagionare l’ipotesi di contaminazione da parte dell’acqua della struttura e per scovare ulteriori batteri in grado di favorire l’avvento di questi disturbi. A quanto pare, la Legionella sarebbe l’indiziata principale, ma alcuni sintomi manifestati dai ragazzi non sono riconducibili all’agente patogeno in questione.

Inutile descrivere la preoccupazione dei genitori che, appena appresa la notizia, si sono recati sul posto per assistere i propri figli.

Non solo Legionella: il morso dello zecche colpisce i turisti

A quanto pare, l’allarme scattato in seguito alla diramazione della notizia della Legionella non è il solo ad aver colpito Sondrio.

Presso la frazione di montagna di Val Masino, altre persone hanno richiesto l’intervento dei soccorsi poiché colpite da un gravissimo attacco perpetrato dalle zecche.

Si tratta di piccoli parassiti che, in molti casi, sono persino difficili da individuare, poiché si attaccano alla pelle e si nutrono dell’organismo che li ospita. Il loro intento è quello di succhiare il sangue all’ospite per ricavare il proprio nutrimento ma, nel farlo, diffondono una serie di batteri che possono causare malattie piuttosto gravi.

Le zecche inoltre, tendono a far penetrare il rostro sotto la cute dell’organismo attaccato e questo rappresenta una grande fonte di pericolo nel caso in cui si dovesse staccare. I turisti in questione hanno quindi riportato moltissime punture di zecca in ogni parte del corpo, ed è per questo che sono stati ricoverati d’urgenza presso l’ospedale Moriggia Pelascini di Gravedona in provincia di Como.

Anche in questo caso, febbre alta e malessere generale sono stati descritti dai pazienti, i quali si sono rivelati estremamente preoccupati dalle conseguenze del morso di zecca. Questo può infatti causare gravissime patologie, come ad esempio la febbre emorragica, l’encefalite e nel peggiore dei casi il morbo di Lyme.

Eravate a conoscenza dei pericoli che si possono correre in seguito all’attacco da parte di una zecca o in seguito alla contrazione della Legionella? A voi i commenti!