• Mer. Nov 30th, 2022

Allarme Listeria Nei Dolci: Attenzione Alle Merende Confezionate!

In quest’ultimo periodo la Listeria sembra essere presente in molti beni alimentari. Ora a destare preoccupazione è una nota marca di merendine confezionate! Ecco di cosa si tratta!

 

Nuovo alimento ritirato dal mercato: si tratta ancora di Listeria

Negli ultimi tempi, diversi prodotti alimentari sono stati ritirati dei supermercati in quanto contaminati da un batterio molto pericoloso per la salute umana.

Parliamo infatti della Listeria Monocytogenes che, nell’ultimo periodo, sembra essere presente nella maggior parte dei prodotti di origine alimentare.

In un primo momento si era parlato della contaminazione a carico dei würstel, i quali hanno causato alcune morti in quanto consumati crudi o poco cotti. Il batterio si è poi diffuso nei tramezzini al salmone, in quanto all’interno è contenuta della maionese, condimento altamente esposto all’azione di questo batterio.

Ora al centro della scena sono finiti i pancake al cioccolato appartenenti al marchio Bernard Jarnoux Crepier.
Si tratta di un’azienda francese che ha rivelato la presenza di questo batterio in alcuni lotti del suo famosissimo prodotto.

Al momento le confezioni incriminate appartengono al lotto 256 e prevedono al loro interno la presenza di sei merendine. Ancora una volta i produttori raccomandano di non consumare il prodotto contaminato, ma di riportarlo presso il supermercato dove è stato portato a termine l’acquisto.

Solamente in questo caso si avrà diritto a un rimborso o ad una sostituzione, mentre saranno le autorità sanitarie a procedere alla distruzione del prodotto contaminato.

Quali sono i rischi legati alla contrazione della Listeria?

Il batterio della Listeria Monocytogenes è davvero molto pericoloso per l’uomo, in quanto può causare un’intossicazione alimentare che potrebbe comportare conseguenze piuttosto gravi.

Solitamente la Listeria viene contratta in seguito alla consumazione di cibi e alimenti crudi, ma anche attraverso l’ingestione di prodotti caseari non pastorizzati o preparati a base di uova. Nella maggior parte dei casi il batterio viene contratto consumando alimenti contaminati.

Tendenzialmente il batterio si riesce ad eliminare in qualche settimana ma, in alcune situazioni, si parla di un’intossicazione invasiva che dall’organismo viene trasmessa direttamente al sangue.

Tra i sintomi della malattia troviamo la nausea, la diarrea, i dolori muscolari e la febbre, accompagnati da confusione, emicrania e perdita dell’equilibrio nel caso in cui il batterio vada a colpire il sistema nervoso.

Per prevenire tale situazione è necessario consumare cibi cotti e lavare attentamente le verdure. È poi raccomandabile non mischiare cibi cotti e cibi crudi e scegliere formaggi e latticini che siano stati sottoposti alla tecnica della pastorizzazione.

Diagnosticare questa patologia è estremamente semplice, in quanto basta effettuare le analisi del sangue o quelle del liquido spinale. Si procede poi con la prescrizione di una terapia antibiotica che vada a colpire l’agente patogeno, evitando che questo possa raggiungere il flusso sanguigno.

Avete mai sentito parlare della Listeria? Rispettate tutte le procedure igieniche grazie alle quali è possibile evitare di contrarre questo pericoloso batterio? A voi i commenti!