• Mer. Nov 30th, 2022

Allarme In Italia: Arriva La Febbre Dengue!

In Italia un intero quartiere è stato sottoposto ad una disinfestazione a tappeto. Nelle ultime ore, un nuovo caso di Febbre Dengue. Ecco cosa fare nel caso si dovesse contrarre la malattia!

 

Caso di febbre Dengue a Vimercate: quartiere in allarme

Nelle ultime ore, un nuovo caso di febbre del Nilo causata dalle zanzare è stato evidenziato a Vimercate. Per evitare la diffusione del contagio, le autorità sanitarie hanno sequestrato la zona, proclamando lo stato di disinfestazione in diverse vie del Paese.

In questo modo si tenteranno di eliminare le uova, le larve e gli insetti che potrebbero generare la diffusione del virus e comportare una vera e propria epidemia di febbre del Nilo.

Ovviamente molte altre regole sono state promulgate, come il divieto di consumare frutta e verdura in tutti quei luoghi in cui è stato effettuato il trattamento di disinfestazione. Il provvedimento è stato preso dallo stesso sindaco, il quale vuole evitare la diffusione di questa patologia all’interno della sua comunità.

Perché è pericolosa la febbre del Nilo e quali sono i sintomi che segnalano la malattia?

La febbre del Nilo, meglio nota come febbre Dengue, viene trasmessa dalla zanzara che, a sua volta, può essere stata infettata da quattro virus diversi ma estremamente simili fra di loro.

Pungendo più persone la zanzara può fungere da vettore: è infatti tramite la puntura dell’insetto che si diffonde il virus tra gli esseri umani.

Dopo la puntura l’infezione tende a manifestarsi entro sette giorni ed è proprio per questo motivo che, nel giro di poco tempo, i contagiati potrebbero aumentare esponenzialmente.

Come molte altre malattie, la febbre viene segnalata da alcuni sintomi come ad esempio mal di testa pungenti, dolori ai muscoli, agli arti e agli occhi, sensazione di vomito o nausea e irritazione in varie parti del corpo.

A tutti questi sintomi segue poi la febbre, un meccanismo di difesa che il corpo attua per cercare di sterminare il virus, in modo da bloccarne la replicazione nelle cellule umane.

Esiste un modo per curare la febbre del Nilo?

Questa malattia ha fatto preoccupare moltissimi italiani che, durante l’estate, hanno visto crescere in maniera esponenziale il numero di contagiati dal virus della febbre Dengue.

Al momento non esistono dei trattamenti specifici, ma in caso di infezione vengono somministrati antipiretici e liquidi, in modo da limitare la disidratazione. Solitamente quando la malattia colpisce un soggetto sano, il decorso è completamente benigno e questo guarisce in poco più di due settimane.

È comunque necessario monitorare la situazione per evitare peggioramenti e prendere precauzioni per evitare la trasmissione del contagio ad altri esseri viventi.

Avevate mai sentito parlare della febbre Dengue? Questa tipologia di virus vi spaventa o pensate che con l’arrivo della brutta stagione la situazione si ridimensioni? A voi i commenti!