• Sab. Ott 1st, 2022

Russia-Ucraina: Si Riuscirà Ad Evitare la Guerra?

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia potrebbe avvenire in qualunque momento. L’aspetto diplomatico è al lavoro per evitare l’attacco russo. Ecco gli ultimi aggiornamenti!

La soluzione per evitare il peggio corrisponderebbe a un congelamento delle adesioni, a una data da destinarsi. Quindi Putin è ancora in tempo per far retrocedere le sue truppe, poste ai confini dell’Ucraina. Inoltre in questo modo non apparirebbe come una persona sconfitta.

La diplomazia attualmente sta lavorando in tal senso, per riuscire a negoziare efficacemente con Putin. Quest’ultimo sembrerebbe disposto in tal senso, anche se l’Ucraina non rappresenta l’unico problema. In ogni caso le possibilità di poter trovare un accordo ci sono, in base a quanto ha dichiarato il Ministro Degli Esteri russo Lavrov, dopo aver parlato con Putin.

La guerra potrebbe essere imminente

La fase diplomatica è sicuramente in corso, anche se si ha ben chiara la situazione dell’esercito russo posizionato ai confini dell’Ucraina. Quindi l’allerta è comunque di notevole portata, considerando pure che fonti di intelligence hanno indicato il 16 febbraio come giorno dell’attacco. Il pericolo è talmente percepibile da spingere gli Stati Uniti a chiudere l’ambasciata a Kiev. In più gli Stati Uniti hanno sollecitato i cittadini americani ancora presenti in Ucraina, a lasciare il prima possibile il Paese facendo rientro in America.

È importante tener presente che la strada diplomatica risulta fattibile solo se la Russia propenderà per un impegno in buona fede da parte sua. D’altro canto si sta notando che Putin non sta facendo nulla per tranquillizzare le forze politiche. Al contrario ha perfino rafforzato l’esercito intorno all’Ucraina.

Pertanto certamente questa mossa non promette nulla di buono. Da parte sua, invece, la Russia nega categoricamente di essere pronta per un eventuale attacco. Un aspetto molto preoccupante è quello costituito dalla presenza di ospedali da campo. Difatti ciò potrebbe appunto indicare un imminente attacco russo.

Il problema di una possibile adesione dell’Ucraina alla Nato

L’ipotesi più concreta equivale a quella di congelare tutte le adesioni, in modo tale da consentire all’Europa di delineare la sua tattica difensiva. Il Cremlino ha manifestato la sua contrarietà per quanto concerne una probabile inclusione dell’Ucraina all’interno della Nato. Quindi ha richiesto di escludere tale eventualità, ma la Nato ha rifiutato la sua richiesta.

Lo scopo della Russia potrebbe essere quello di cominciare un negoziato, in cui Mosca potrebbe aprire una discussione inerente gli aspetti dell’accordo di Minsk. Si tratta dell’unica soluzione possibile per fermare la crisi? Secondo i politici occidentali sì.

Putin è ancora in tempo per fare marcia indietro

Ora come ora si potrebbe impedire un attacco, dichiarando che per il momento l’ingresso dell’Ucraina nella Nato non è realizzabile. In questo caso non si tratta di cedere a Putin, ma di proporre una soluzione di lungo termine che possa permettergli di non apparire come uno sconfitto.

Cosa sta attuando l’Italia?

Dopo le prime giornate improntate sull’attesa, ora l’Italia sta cercando di trovare dei metodi per evitare l’inizio della guerra tra Russia e Ucraina. Dunque si è attivato il Ministro Degli Esteri Di Maio, il quale sta per recarsi prima a Kiev e poi a Mosca. Mentre Draghi andrà a Parigi per parlare con Macron. La conseguenza di un eventuale conflitto militare sarebbe troppo grave. Quest’ipotesi non si deve neanche prendere in considerazione!

Si riuscirà ad evitare la guerra? Cosa ne pensate? A voi i commenti!