• Mer. Lug 24th, 2024

Ultimamente molti smartphone android e ios sono stati manomessi da hacker. Per questo motivo, gli esperti hanno deciso di dispensare consigli al fine di prevenire questi atti. Ecco che cosa dicono!

 

Il consiglio della National Security Agency (Nsa), l’Agenzia di sicurezza nazionale americana, di spegnere il telefono una volta a settimana è inserito tra le “best practices” per la sicurezza informatica. Riavviare il dispositivo permette di interrompere eventuali attacchi informatici e proteggere i dati personali.

Lo smartphone è diventato fondamentale per ognuno di noi, sia per il suo costo che per l’utilizzo quotidiano. È un oggetto prezioso non solo per il suo valore economico, ma anche per il “tesoro” di dati che contiene. Al suo interno ci sono dati personali, codici bancari, immagini e video privati, contatti, documenti e altre informazioni che potrebbero diventare accessibili ai criminali informatici.

Spegnere il telefono una volta a settimana è una misura semplice ed efficace per difendersi. Oltre a prestare attenzione durante la navigazione e quando si ricevono email o messaggi sospetti, riavviare lo smartphone rafforza le difese contro gli attacchi informatici. La Nsa consiglia di inserire questa pratica nelle abitudini, sia per chi possiede un iPhone che per chi ha un telefono Android. Spegnendo il dispositivo, è possibile interrompere eventuali flussi di dati fuoriusciti attraverso vulnerabilità informatiche sconosciute. Gli esperti consigliano di non tenere il telefono acceso per più di 168 ore consecutive.

Oltre a interrompere eventuali flussi di dati verso terzi, riavviare il dispositivo consente al sistema di riparare falle temporanee o effettuare aggiornamenti. Il documento della Nsa include diverse “best practices” per tutelare la sicurezza dello smartphone. Alcune di queste pratiche sono già conosciute, come aggiornare sempre il dispositivo, impostare password non facilmente intuibili e cambiarle ogni mese (almeno le più importanti), utilizzare sistemi di riconoscimento biometrico basati sul volto o sulle impronte digitali, evitare di connettere lo smartphone a reti pubbliche e non aprire link provenienti da fonti sconosciute.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!