• Mer. Nov 30th, 2022

Scienziati Creano In Laboratorio: Variante Covid, Pericolosa!

In questi giorni alcuni scienziati hanno creato in laboratorio, una nuova variante Covid. Questa però è risultata essere molto più pericolosa di quella precedente. Ecco cosa sta succedendo!

 

La creazione di una nuova variante COVID: pericolo mortale in arrivo

I virus sono dei nemici storici con i quali l’uomo ha sempre dovuto relazionarsi dall’alba dei tempi. Purtroppo questi fanno parte della nostra quotidianità, ma grazie al sistema immunitario riusciamo spesso a fronteggiarli e ad avere la meglio.

Quando però un agente patogeno viene manipolato da una persona o da un gruppo di scienziati, si rischiano di creare vere e proprie armi di distruzione di massa, in grado di generare sofferenza e morte.

Secondo quanto dichiarato dalle ultime fonti, il virus originale del COVID-19 è stato manipolato ricorrendo a delle pratiche scientifiche ben precise. Parliamo di un esperimento di livello quattro di bio sicurezza, ovvero un progetto altamente pericoloso che solo alcuni laboratori al mondo hanno l’autorizzazione di svolgere.

L’esperimento in questione è stato rivelato da alcune testate giornalistiche inglesi. Queste hanno parlato di come alcuni scienziati abbiano estratto la proteina Spike dal ceppo Omicron, ricollegandola al virus originario diffusosi nel 2020.

Questa nuova variante, definita Omicron 5, è davvero molto pericolosa poiché pare causare la morte nell’80% dei soggetti che la contraggono. I fortunati superstiti invece, riescono a cavarsela manifestando una sintomatologia piuttosto blanda.

Allerta nel mondo: si sta giocando con il fuoco

La scienza deve svilupparsi su teorie, ricerche ed esperimenti per poter progredire, ma non sempre questi elementi risultano essere vantaggiosi per la vita dell’uomo, degli animali o per la salute dell’ambiente.

Il COVID ha sicuramente cancellato il mondo che tutti conoscevamo, ma gli ultimi esperimenti condotti in campo scientifico potrebbero fare crollare il sottile equilibrio raggiunto da un paio di mesi a questa parte.

Se un virus di tale spessore dovesse sfuggire dal laboratorio, si verrebbe a delineare una nuova pandemia, questa volta ancora più pericolosa della prima.

È proprio su questo ragionamento che si sono espressi moltissimi Stati, come ad esempio Israele, che ritiene questa manipolazione umana qualcosa di proibito.

Per molti condurre esami di questo tipo risulta essere poco saggio, in quanto basta davvero poco per diffondere un nuovo contagio e questa volta potrebbero non esistere dei rimedi per fermare la distruzione.

Ovviamente sulla questione sono intervenuti anche gli scienziati che stanno lavorando al progetto. Questi hanno dichiarato che le percentuali ottenute derivano dallo studio del virus sui topi e non sull’uomo che, invece, dovrebbe risultare più resiliente all’attacco di questa mutazione.

Si sono poi giustificati dicendo che tutti questi studi servono a scoprire le caratteristiche delle nuove varianti e a proporre dei sistemi di cura che potrebbero fare la differenza in caso di virus più pericolosi.

Secondo voi è giusto procedere con test scientifici così pericolosi oppure sarebbe meglio evitare la creazione di nuovi virus in grado di distruggere l’umanità? A voi i commenti!