• Dom. Set 25th, 2022

Barbara Mirabella, candidata di Fratelli d’Italia, è stata arrestata nelle ultime ore. Di quale reato si è macchiata la donna a pochi giorni delle elezioni politiche?

 

Barbara Mirabella arrestata per corruzione

Qualche ora fa la candidata di Fratelli d’Italia, Barbara Mirabella, è stato tratta in arresto dalle autorità di Catania. La donna si è candidata per la Regione Sicilia ed in passato ha svolto la professione di assessore comunale.

A quanto pare però, la politica è incappata in una serie di indagini molto importanti, per le quali è doveroso che la stessa venga costretta ai domiciliari. Insieme a lei sono stati indagati anche Giovanni Trovato, un imprenditore che si occupa di fornire materiali sanitari agli ospedali e Francesco Basile, direttore di un’importante clinica medica.

A guidare questa nuova inchiesta la Procura di Catania, la quale sta effettuando delle verifiche molto accurate al fine di scoprire la verità nel minor tempo possibile.

Per quali motivi è stata arrestata Barbara Mirabella?

Secondo quanto rivelato dalle fonti giornalistiche, Barbara Mirabella avrebbe collaborato con il rettore Francesco Basile per organizzare dei concorsi controllati all’interno del Policlinico Universitario di Catania.

Si parla quindi di come le persone indagate abbiano offerto dei titoli ad altre personalità molto importanti che, in cambio, avrebbero corrisposto sonanti quantità di denaro.

Ovviamente le accuse vertono anche su altri argomenti, come ad esempio l’acquisto del materiale farmaceutico. La fornitura dello stesso è stata assegnata, in maniera indebita, a Giovanni Trovato.

Pare infatti che l’uomo abbia pagato diverse migliaia di euro per ottenere il favore di Basile e ricevere l’appalto per fornire i dispositivi medici della propria azienda al Policlinico di Catania.

Sicuramente la situazione non è delle più facili, in quanto diverse personalità di spicco sono coinvolte in questa faccenda e tutto questo potrebbe macchiare indelebilmente la loro carriera.

Al momento quindi, Barbara Mirabella dovrà accantonare il suo sogno politico e rispettare i limiti che la Legge italiana ha disposto nei suoi confronti. Molto probabilmente i provvedimenti presi saranno piuttosto severi in quanto, fino a quando non si otterrà una risposta, sarà molto difficile determinare l’entità dei fatti.

Per qualche tempo la donna sarà costretta ai domiciliari e non potrà portare a termine tutti quegli incarichi che hanno fini istituzionali o di natura politica. Verrà quindi rimandata la sua possibilità di ottenere un ruolo attivo nella politica regionale, almeno fino a quando non sarà in grado di dimostrare a tutti la sua innocenza.

Eravate a conoscenza delle gravi accuse che hanno portato Barbara Mirabella ai domiciliari? Pensate che sia necessario far luce sui fatti oppure si tratta del solito errore che potrebbe costare la carriera a qualcuno? A voi i commenti!