• Sab. Ott 1st, 2022

Flavio Insinna Sbotta Con Mario Draghi: No a Nuovi Fondi per il Riarmo!

Nelle ultime ore il presentatore del quiz di Rai Uno, L’Eredità, ha fatto valere le sue opinioni per quanto riguarda il tema dei fondi utili al riarmo. Scopriamo insieme le parole di Flavio Insinna e come questo ha manifestato il suo dissenso verso le decisioni di Mario Draghi.

 

Durante la puntata di venerdì 25 marzo de L’Eredità, Flavio Insinna ha colto l’occasione per esprimere il proprio parere sulle ultime vicende politiche.

L’uomo calca le scene di Rai Uno da diversi anni, deliziando il pubblico con la sua ilarità e spensieratezza. Flavio però non è solamente questo, in quanto si tratta di un uomo acculturato e altamente informato sui fatti.

Che cosa è successo a L’Eredità?

Durante la fase finale del gioco, denominato La Ghigliottina, Flavio ha utilizzato la soluzione dell’enigma per esprimere il suo pensiero. La parola da indovinare era “risparmio” ed è proprio a questo che si è riallacciato il simpatico conduttore.

Dopo aver individuato la parola, il presentatore del quiz é solito fare una specie di collegamento con tutti gli indizi delineati nel corso della trasmissione.
È proprio questo punto che Flavio ha citato il “risparmio sulle spese” cosa che, a detta sua l, non si sta verificando in questo momento.

Il conduttore ha quindi iniziato un monologo ribadendo l’importanza di risparmiare i soldi su cose effimere e di investirli su aspetti che invece andrebbero valorizzati.

Insinna ha quindi condiviso con il pubblico il suo parere, dicendo che anziché investire in armi sarebbe meglio destinare questi fondi a scuole e ad ospedali. Ha poi terminato il suo discorso dicendo di sapere di essere dalla parte della ragione, ma che preferisce tacere onde evitare polemiche.

Flavio Insinna e la frecciatina al governo Draghi

Le parole di Flavio Insinna sono risuonate come una frecciatina al governo di Mario Draghi, attuale Presidente del Consiglio.

Draghi ha affermato che nel 2006 è stata presa la decisione di portare le spese di natura militare al 2% del Pil nazionale. Da lì in poi si è sempre mantenuto questo regime, ma ora è necessario intervenire poiché ci si ritrova in una situazione di emergenza.

Il premier ha poi aggiunto che tutto questo serve a garantire l’integrazione dell’Italia al piano previsto dall’Europa. Così facendo, tutti i paesi stipulerebbero un nuovo piano di alleanza volto a sconfiggere ogni tipo di guerra in futuro.

È stata proprio la Nato, infatti, a richiedere nuovi fondi da destinare alle spese militari, ragione per la quale Draghi ha dovuto adeguarsi a tale scelta. Questa frase però ha colpito notevolmente il conduttore de L’Eredità, che ha deciso di esprimere il proprio parere in maniera più che diretta.

Sicuramente le sue parole avevano come fine quello di colpire l’attenzione del governo e tutte le novità in dirittura d’arrivo volute proprio da Mario Draghi. Anche se Flavio Insinna ha deciso di non gettare troppa benzina sul fuoco, il suo intervento è stato chiaro per moltissimi telespettatori.

Per Flavio e molte altre persone quei soldi andrebbero destinati alla case famiglia, alle associazioni no profit, agli ospedali e alle scuole.

E voi come la pensate in merito a questo argomento piuttosto scottante? Forse nelle prossime puntate de L’Eredità avremo modo di approfondire il pensiero di Insinna.