• Mer. Nov 30th, 2022

Biden E Cina Timorosi: Zelensky Fin Dove Vuole Spingersi?

In un momento così delicato, Biden ed i cinesi temono il peggio. Anche mezza Unione Europea sta con il fiato sospeso in quanto cercano di capire le mosse di Zelensky. Fin dove vuole spingersi? Putin è davvero con le spalle al muro?

 

Flusso di bombe sganciate sull’Ucraina: la situazione peggiora sempre più

Il clima che si sta respirando negli ultimi giorni in Ucraina è sicuramente molto pesante in quanto, nonostante il vantaggio dell’armata di Zelensky, diverse ripercussioni sono state messe in atto dai russi.

Come se tutto questo non bastasse, alcuni territori ucraini sono stati sottratti alla Nazione, poiché annessi automaticamente alla Russia in seguito all’ultimo referendum indetto da Putin.

L’Europa ha sempre sostenuto la posizione di Zelensky ma, a seguito degli ultimi attentati, i vari alleati non sanno come comportarsi poiché temono conseguenze peggiori.

Al momento non si può parlare di trattato di pace poiché le bombe continuano a distruggere l’Ucraina, facendo crollare le poche certezze di Kiev.

La guerra verso il cambiamento: ecco che cosa sta succedendo

Sulla questione è intervenuto il Presidente francese Emmanuel Macron, il quale ha espresso la sua opinione in merito a quanto si sta verificando in Ucraina.

Secondo il noto politico, i russi stanno cambiando strategia, anche se è davvero molto difficile capire le intenzioni di Putin e di tutto il suo esercito. La pioggia di bombe e missili si sta riversando sulle più grandi città ucraine, ma in molti temono che a breve si diffonderanno anche i cosiddetti attacchi cibernetici.

Ovviamente il primo cittadino francese è molto preoccupato da quanto potrebbe accadere, in quanto si tratta di un metodo di sabotaggio che, in poche ore, potrebbe distruggere la maggior parte delle istituzioni mondiali.

Dello stesso parere anche la Germania che, nelle ultime ore, ha visto una gran parte dei suoi treni bloccati nel Nord della Nazione, in maniera del tutto imprevista e immotivata.

Si suppone che tutto questo sia stato organizzato dai servizi segreti russi. Si è a lungo parlato di un attacco ibrido che potrebbe causare un conflitto fra la Nato e la Russia a causa dei danni causati alle diverse strutture cibernetiche.

A quanto pare la Germania non sarebbe l’unica a parlare di episodi simili, in quanto anche gli Stati Uniti hanno vissuto un episodio alquanto bizzarro.

Pare infatti che, poco tempo fa, alcuni siti web appartenenti agli aeroporti americani siano stati hackerati proprio dall’organizzazione filorussa Killnet. Ovviamente sono state aperte moltissime indagini e nelle prossime ore sarà possibile scoprire qualche dettaglio in più su questo nuovo affronto di natura informatica.

Pensate che la Russia opterà per lo sgancio di una bomba nucleare o che tenterà di imporsi sulle altre potenze ricorrendo al conflitto cibernetico? A voi i commenti!