• Gio. Ott 6th, 2022

L’Italia è spesso soggetta a tanti cambiamenti. Le persone che ricevono la pensione devono sapere che sono cambiate alcune regole. Dunque per non incorrere a spiacevoli situazioni, occorre informarsi in anticipo!

 

La pensione, un privilegio di cui pochi possono godere

La vita dell’uomo è fatto di fasi e tappe ben stabilite, le quali prevedono il completamento di alcuni obiettivi in un determinato momento della vita. Anche il periodo dedicato al lavoro è destinato a finire e una volta versati i giusti contributi e dopo aver raggiunto l’età minima indicata, è possibile andare in pensione.

Il trattamento pensionistico permette di ricevere un assegno mensile atto alla vita e al mantenimento del proprio tenore di esistenza.

Molte persone non devono fare alcun tipo di sforzo in quanto, non appena viene raggiunto il periodo del mese, il trattamento pensionistico viene versato direttamente sul conto corrente. Per altri invece, le cose sono diverse, in quanto bisogna recarsi all’ufficio postale, fare la coda e ritirare i propri soldi.

Tutto questo però potrebbe cambiare a partire dal 1 agosto quando ritirare la pensione non sarà più così semplice come finora.

In che modo si potrà ritirare la pensione a partire dal 1°agosto 2022?

Per agevolare il sistema ed evitare inutili perdite di tempo, lo Stato ha deciso di modificare i termini di erogazione del trattamento pensionistico.

Se, tendenzialmente, i pensionati hanno la possibilità di ritirare la pensione ogni primo del mese, le cose saranno ben diverse a partire da agosto, in quanto avverrà una sorta di scaglionamento tra i pensionati.

Questo significa che non tutti cittadini potranno ricevere la pensione nello stesso giorno, ma dovranno rispettare un calendario dei pagamenti che verrà istituito per evitare code e assembramenti.

In questo modo sarà molto meno probabile dare adito a nuove forme di contagio e il cittadino potrà ritirare la propria pensione senza perdere troppo tempo allo sportello.

Come verrà delineato il calendario per ritirare la pensione?

Secondo le prime indiscrezioni rilasciate dallo Stato, questo metodo sarà molto utile e faciliterà la vita degli operatori ma anche quella dei pensionati.

A quanto pare, il cittadino riceverà il proprio trattamento pensionistico in base alla prima lettera del proprio cognome. Chi è invece solito ricevere il proprio assegno sul conto corrente non subirà alcun cambiamento, in quanto non dovrà recarsi personalmente all’ufficio postale.

Molto probabilmente i cognomi dalla A alla B ritireranno la pensione durante il primo giorno di agosto; dalla C alla D il martedì 2 agosto e così via, per tutta la durata della prima settimana di agosto.

L’ultimo giorno per ritirare la pensione è stato fissato a sabato 6 agosto, dove a recarsi in Posta saranno gli individui il cui cognome inizia dalla S alla Z.

Questo mese servirà dunque per sperimentare l’efficacia di questo nuovo metodo e per capire se operatori e cittadini accoglieranno in maniera positiva questa novità.

Siete favorevoli allo scaglionamento per il ritiro della pensione oppure pensate che tutti i pensionati debbano ricevere il proprio assegno nello stesso giorno? A voi commenti!