• Mer. Nov 30th, 2022

Gas In Italia: Perchè Non Lo Estraiamo Noi?

Tutti conosciamo ormai la questione del gas. C’è però chi si chiede per quale ragione non lo estraiamo direttamente dall’Italia. Il motivo è davvero semplice!

 

L’Italia a corto di gas: ecco perché non viene estratto dalla penisola

Più volte diverse persone si sono chieste perché l’Italia dipendesse da altri Paesi europei riguardo alla fornitura del gas. A quanto pare, a partire dagli anni ‘90, la produzione di questo bene di consumo è calata sensibilmente e quindi l’Italia non è più in grado di fronteggiare la richiesta dei consumatori.

Questa risorsa è inoltre destinata a diminuire sempre più, motivo per cui ci ritroveremo a chiedere l’aiuto degli altri Paesi in maniera sempre più intensa. Secondo gli ultimi dati, la maggior parte del gas estratto in Italia viene utilizzato sulla terraferma, ma alcune riserve sono invece destinate alla vita che si conduce in mare.

Siccome le quantità estratte sono misere è davvero poco probabile parlare di fondi e riserve che, attualmente, sono presenti in numero inferiore rispetto al limite sostenibile.

L’Italia può estrarre il gas dalle proprie riserve?

Sicuramente la Russia era un importante punto di riferimento per l’Italia, almeno per quanto riguarda la commercializzazione del gas. Purtroppo i rapporti fra le due Nazioni si sono interrotti e quindi lo Stato ha deciso di rivolgersi ad altri Paesi per ottenere questo importante mezzo di consumo.

Il Bel paese infatti, potrebbe estrarre del gas dalle proprie riserve, ma la quantità ottenuta sarebbe davvero misera e non basterebbe per soddisfare il fabbisogno generale, nemmeno per un periodo di tempo piuttosto ridotto.

Ovviamente nemmeno gli esperti sanno dire con sicurezza quanto gas sia disponibile nelle riserve italiane ma, sicuramente, si tratta di quantità molto lontane da quelle che servirebbero al nostro Paese per fronteggiare la crisi.

Probabilmente invece, si dovrebbero sostenere delle spese piuttosto consistenti per quanto riguarda la procedura di estrazione, in quanto sono necessari diversi mezzi per portare a termine il tutto.
Anche effettuare delle indagini per scoprire il gas disponibile risulterebbe essere troppo dispendioso per lo Stato, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo.

Cosa pensano le persone in merito all’ipotesi di estrarre il gas dal suolo italiano?

I cittadini italiani sono favorevoli a qualunque sistema che riesca a limitare le spese facendo crollare il costo delle bollette.

Proprio per questo motivo il parere dei cittadini è diviso. Per molti bisogna prendere in considerazione la possibilità di indagare sull’effettiva presenza di gas, anche qualora i risultati dovessero essere scarsi.

Per altri, invece, si tratta di una perdita di tempo e di denaro, motivo per cui conviene rifornirsi all’estero per quanto possibile. In Italia inoltre, esistono delle leggi che vanno a tutelare l’ambiente ed è quindi doveroso aggiornare le norme per godere di una tutela ecosostenibile.

Secondo voi è doveroso indagare sulla presenza di gas in Italia oppure farlo potrebbe comportare altre spese che lo Stato non sarebbe in grado di gestire? A voi i commenti!