• Sab. Ott 1st, 2022

Bastonata Inps: Addio Alla Pensione!

Tutti i mesi prendete tranquillamente la pensione? Ebbene state attenti perchè con le nuove manovre, se non inviate un determinato documento all’Inps, rischiate di perdere la pensione!

 

Novità relativa alla pensione: ecco cosa cambia dal 15 settembre

Questo periodo storico non è sicuramente facile da vivere ed è per questo che la società sta subendo notevoli cambiamenti anche per quanto riguarda il settore fiscale. Sotto il profilo della previdenza sociale, anche la pensione potrebbe essere messa a repentaglio per diversi soggetti, soprattutto se non si svolge una procedura particolare entro il 15 settembre.

Da una parte c’è chi spera di ottenere un aumento sull’assegno mensile, in quanto diversi partiti politici hanno promesso questo in caso di elezione. Ma che cosa bisogna fare, quindi, per mantenere inalterati i propri privilegi e continuare a ricevere l’assegno pensionistico mensile?

La risposta a questa domanda è davvero molto semplice, in quanto l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha stabilito che i cittadini dovranno inviare un documento proprio entro il 15 settembre.

Quale documento bisogna inviare all’Inps per continuare a ricevere la pensione?

La novità promossa dall’Inps ha un nome ben preciso, in quanto i pensionati dovranno inviare a questa istituzione un documento noto come modello Red. Se questo non verrà presentato entro la data di scadenza, non si percepirà il trattamento pensionistico previsto per il mese di ottobre.

L’Inps ha quindi deciso di attuare questa riforma per cercare di mettere in regola i pensionati che, non sempre, sono in possesso dei giusti documenti per godere della loro pensione.

Proprio per questo motivo, urge l’esigenza di conoscere i redditi che vengono percepiti, al fine di pagare l’assegno e mantenerlo attivo nel tempo.

Che cos’è il modello Red e chi è obbligato ad inviarlo?

Il modello Red è un documento che ha il compito di attestare il reddito di ogni pensionato al fine di individuare le entrate del soggetto interessato e di un eventuale coniuge o figli a carico.

Siccome lo Stato non può continuare a trattenere parte del reddito, sarà proprio grazie a questo documento che verranno regolati gli importi da devolvere mensilmente ai pensionati. Se questo documento non verrà inviato per tempo, non solo non si riceveranno i pagamenti previsti per il mese di ottobre, ma verranno revocati anche i redditi relativi al 2019.

È quindi doveroso segnarsi la data del 15 settembre 2022, anche se alcune categorie di persone potranno fare a meno di portare a termine questo incarico. Ci riferiamo a tutti coloro che hanno presentato il 730 all’Agenzia delle Entrate o che non sono in possesso di altre forme di reddito.

La procedura è molto semplice, in quanto si potrà richiedere l’assistenza di un operatore dell’Inps per essere guidati nell’operazione. È però possibile portare a termine questo processo compilando il modello presente sul sito oppure rivolgendosi al proprio Caf di riferimento.

Eravate a conoscenza dell’obbligo di presentare il modello Red all’Inps entro il 15 settembre 2022? Pensate che questa nuova proposta dell’Inps possa portare equità tra i vari trattamenti pensionistici? A voi i commenti!