• Sab. Set 24th, 2022

In quest’ultimo periodo l’Inps sta promulgando molti bonus per cercare di aiutare le persone in seguito al recente rincaro legato al costo della vita. Vediamo nel dettaglio a chi spettano queste somme che possono essere elargite per un anno!

 

Nuovo bonus per le famiglie bisognose: ecco la novità concessa dall’Inps

La situazione economica italiana non è sicuramente delle migliori in quanto l’inflazione e l’aumento del costo dei vari beni e servizi grava notevolmente sulle spalle dei cittadini.

Proprio per questo, lo Stato deve cercare di tutelare al meglio i suoi cittadini, offrendo sostegno laddove necessario. Questo è il motivo che ha spinto l’Inps ad adottare una nuova risorsa che prevede l’elargizione di un assegno familiare di circa 500 € al mese.

Questa cifra potrebbe aiutare quelle famiglie che, spesso, si ritrovano prive dei mezzi per sopravvivere. Ovviamente però, questa risorsa non è rivolta a tutti, ma è pensata per chi ha grandi difficoltà economiche e si ritrova a dover accudire un figlio disabile.

L’Inps ha infatti dichiarato che concederà il bonus a chiunque abbia in famiglia almeno un figlio disabile a cui sarà per l’appunto destinato l’assegno sociale previsto dalla riforma.

È quindi importante essere in possesso dei giusti requisiti, che prevedono la presenza di una disabilità non inferiore al 60%.

La cifra è poi destinata a salire, in quanto per un figlio disabile viene concesso un assegno di 150 € al mese, importo che può aumentare fino a 500 € qualora i figli disabili siano presenti in numero più alto.

Possono richiedere questa riforma tutti quei nuclei familiari che vedono la presenza di un solo genitore che si deve occupare del figlio disabile, di genitori che non lavorano o hanno un Isee non superiore agli 8.145 € e le famiglie dove solamente un genitore lavora.

Che cosa bisogna fare per richiedere l’assegno sociale all’Inps?

Questa riforma ha il compito di risollevare le sorti economiche delle famiglie con figli disabili che, in questo periodo, si trovano a convivere con le difficoltà dell’epoca storica.

Proprio per questo motivo, viene richiesto il rispetto di alcuni requisiti senza i quali risulta inutile avviare la procedura di richiesta.

A tal proposito, presentare la domanda per ottenere questo bonus è davvero molto semplice, in quanto basterà recarsi presso un Caf, dove saranno gli operatori dello stesso a svolgere la procedura.

La stessa però, può essere avviata anche in completa autonomia accedendo al portale dell’Inps e inserendo i propri dati. Una volta fatto questo basterà recarsi nella sezione dedicata, inserire tutti i dati richiesti, allegare i documenti necessari e procedere all’invio della domanda.

L’Inps quindi, si occuperà di esaminare la pratica in circa 30 giorni, entro i quali sarà comunicata la risposta relativa alla concessione o alla negazione del bonus.

Eravate a conoscenza di questa nuova riforma promossa dall’Inps per aiutare le famiglie in difficoltà con almeno un figlio disabile? A voi i commenti!