• Dom. Set 25th, 2022

La catena di supermercati tedesca Lidl è nuovamente finita al centro della scena a causa di un prodotto che il Ministero della Salute ha deciso di segnalare. Ecco cosa è stato segnalato dal test di laboratorio, sul prodotto incriminato!

 

Ritirato lotto di arachidi dalla Lidl: svelato il motivo

Molte volte i prodotti che acquistiamo ci sembrano buoni, anche se poi, ad un’analisi più approfondita, risultano avere dei valori del tutto inaspettati. Questo è quanto emerso in merito ad alcune analisi sulle arachidi in guscio prodotte dall’azienda Alesto e commercializzate dal supermercato Lidl. Il Ministero della Salute ha quindi prontamente diffuso l’allarme, identificando come pericolose le confezioni da 500 g che hanno come scadenza luglio 2023. Per la precisione la partita incriminata è quella con il numero di lotto 19522P.

L’allerta è stata lanciata da qualche giorno, in quanto le analisi hanno riscontrato la presenza di aflatossine in numero superiore rispetto a quanto previsto dalla legge italiana. Tutto questo concorre a determinare il rischio che viene definito come chimico.

Come comportarsi in caso di acquisto del prodotto?

Molte persone hanno consumato questo prodotto senza riportare danni, ma il Ministero della Salute ha deciso di lanciare l’allarme in via precauzionale.

Proprio per questo motivo si è deciso di ritirare e distruggere il lotto di arachidi incriminato onde evitare che altre persone possono acquistarlo e consumarlo.

In ogni caso se si è acquistato il prodotto segnalato è doveroso. prima di tutto, non consumarlo e poi riportarlo presso il supermercato dove si è portato a termine l’acquisto. Così facendo Lidl sarà in grado di emettere un rimborso e sarà proprio lo stesso supermercato ad occuparsi della distruzione del prodotto.

Al momento il lotto interessato non sarebbe stato diffuso in tutti i punti vendita siti sul territorio italiano, ma solamente in alcuni supermercati specifici. Gli altri prodotti dell’azienda invece, non sembrano essere contaminati o realizzati in maniera illecita, motivo per cui si può continuare ad acquistarli senza alcun tipo di problema.

Perché sono pericolose le aflatossine?

Come tutte le cose, le aflatossine sono pericolose non per le loro caratteristiche, ma per gli effetti che potrebbero rilasciare se consumate in quantità superiore a quanto previsto.

Queste possono essere descritte come delle tossine che derivano da funghi presenti nelle piantagioni più comuni, come ad esempio quelle del mais o delle noci. Sul lungo tempo le aflatossine vanno a danneggiare le cellule del fegato e dei reni.

Ad ogni modo, ulteriori indagini verranno effettuate sul prodotto, al fine di individuare la quantità esatta di aflatossine e il motivo per cui queste sono presenti in dosi così elevate.

Raccomandiamo ancora una volta, quindi, di non consumare assolutamente il prodotto nel caso in cui rientrasse nel lotto interessato.

Eravate a conoscenza dei danni causati dalla presenza delle aflatossine nei prodotti alimentari? Avete mai consumato queste arachidi commercializzate dalla Lidl? A voi i commenti!