• Sab. Ott 1st, 2022

È Mosca o Washington a volere la guerra? I 7 buoni motivi!

Guerra Russia Ucraina: sono tante le opinioni sul conflitto, ma c’è chi ipotizza che Washington abbia più motivi di Mosca per far proseguire la guerra. Ecco quali sono queste buone motivazioni…

 

Ormai da due mesi si parla quasi sempre della guerra tra Russia e Ucraina. Sono tanti i punti di vista ed anche le condanne all’invasione iniziata da Mosca. Alcuni, però, insinuano che siano anche gli Stati Uniti a volere che la guerra prosegua, per via di alcuni particolari interessi. Esistono infatti dei motivi per cui Washington potrebbe avere dei benefici da un lungo conflitto.

Guerra Russia Ucraina: i 7 buoni motivi degli Stati Uniti per volere la guerra!

1. L’allargamento della NATO: 

La tesi principale sostenuta da chi crede che siano soprattutto gli Stati Uniti a volere il conflitto e ad averlo causato, riguarda l’allargamento dei Paesi NATO. Il professor Joshua Shifrinson, professore di scienze politiche alla Boston University (USA), ha trovato negli archivi britannici un documento segreto che attesterebbe la promessa di Washington a Mosca di non far espandere la NATO oltre i confini della Germania. Promessa che, ovviamente, non è stata rispettata facendo aderire anche Paesi come Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e successivamente anche Estonia e Lettonia. Da qui proviene la tesi secondo cui la Russia avrebbe sentito minacciata la sua sicurezza nazionale. Ora, però, Washington punterebbe ad un’ulteriore espansione della NATO legata al conflitto, facendo entrare nell’alleanza paesi come Svezia e Finlandia.

2. L’acquisto del gas americano: 

Tra i motivi per cui Washington potrebbe avere dei benefici da questa guerra, c’è anche quello che riguarda il gas, su cui si discute molto in Europa. Infatti, se si dovesse decidere di imporre un embargo sul gas proveniente dalla Russia per non finanziare Mosca, l’Europa potrebbe essere costretta ad acquistare il gas liquefatto degli Stati Uniti, il cui costo è nettamente superiore rispetto a quello del gas russo. Di conseguenza, potrebbe esserci un giovamento dal punto di vista economico per Washington.

3. Le sanzioni che non indeboliscono gli USA: 

Sempre guardando l’aspetto economico, gli Stati Uniti potrebbero trarre un beneficio anche dalle sanzioni che vengono imposte alla Russia. Queste ultime, infatti, penalizzano fortemente i paesi europei, come del resto è evidente anche nel caso dell’Italia. Allo stesso tempo, però, non hanno ripercussioni così forti sull’economia statunitense, che non ne sta risentendo. Di conseguenza, alla fine, sono la Russia e l’Europa e soffrire di più per queste sanzioni. Un guadagno importante per gli USA, che vedono Mosca sanzionata senza però doverne pagare le conseguenze.

4. La riconquista della leadership nel mondo: 

Proprio per le ragioni economiche indicate e non solo, Washington potrebbe avere dei grandi benefici da questa guerra perché potrebbe riacquistare la leadership che sembrava aver perso. I partner europei si erano avvicinati, nel corso degli ultimi anni, alla Cina e alla Russia. La presenza russa ai confini dell’Unione Europea, la crisi economica che inevitabilmente si ripercuoterà su tutti i Paesi europei, ha portato gli alleati a tornare ad avvicinarsi agli USA. Questo è il motivo per cui il presidente Biden parla spesso di un riavvicinamento tra tutti gli alleati e un’unione ancora più stretta di quella del passato.

5. L’occasione per ottenere la fine di Putin: 

Per Washington, la guerra contro l’Ucraina rappresenta anche una possibilità per creare problemi alla Russia e anche distruggere Putin. Se lui perdesse questa guerra o se si dimostrassero i crimini di guerra commessi in Ucraina, le conseguenze per lo zar sarebbero significative. Per questo motivo gli Stati Uniti continuano a sfruttare la cosiddetta “guerra per procura”, continuando ad inviare armi a Kiev nella speranza che possa vincere sulla Russia, ma senza intervenire nel conflitto in maniera diretta per evitare una possibile Terza guerra mondiale.

6. Evitare un governo filorusso a Kiev: 

Uno degli altri motivi per cui gli Stati Uniti hanno interesse a far proseguire la guerra riguarda il governo centrale di Kiev. Quello attuale, ovviamente, ha dimostrato di avere una posizione molto vicina a Washington. Dato che, almeno secondo quanto trapelato, uno degli scopi di Mosca era quello di destituire l’attuale governo per farne insediare uno filorusso, l’obiettivo degli USA è fare il possibile perché questo non succeda. Inevitabilmente per Washington è più conveniente avere un governo ucraino a suo favore, che faccia da “barriera” contro la Russia.

7. Allontanare l’Europa dalla Russia: 

Un altro dei buoni motivi per cui Washington potrebbe voler continuare a fare la guerra è quello di creare sempre di più la spaccatura tra l’Europa e la Federazione russa. Il vecchio continente sembrava essersi riavvicinato a Mosca anche per via dell’ascesa dei partiti nazionalisti, ma ora questo conflitto potrebbe tornare tutti ad acquisire una posizione più vicina agli USA che ad altri. Gli Stati Uniti hanno quindi un interesse anche in questo senso per far continuare il conflitto.

Voi che cosa ne pensate? Credete che questi buoni motivi siano ragionevoli o che gli Stati Uniti non abbiano un vero interesse nel far proseguire la guerra? A voi i commenti!