• Dom. Feb 25th, 2024

Poveri Europei: Sparisce La Classe Media!

Tra effetti della pandemia e conflitto russo-ucraino, il costo della vita ‘litiga’ con gli stipendi ed è sempre più difficile da sostenere.  La classe media lascia il posto ai poveri europei. Sì, perché la crisi nera coinvolge l’Europa, non soltanto l’Italia!

 

Dall’ultimo Eurobarometro, sondaggio condotto periodicamente dal Parlamento UE nei 27 Paesi membri, emergono dati sconcertanti. Dati che dimostrano come la classe media europea si stia impoverendo.

Il 46% dei cittadini europei ha dichiarato di aver già eroso il proprio reddito nel 2022 a causa del carovita. Il 39% ha paura di impoverirsi a breve termine.

Poveri europei: i dati emersi dall’Eurobarometro

La crisi coinvolge tutta Europa registrando differenze minime tra un Paese e l’altro.

Tra i più preoccupati, troviamo i francesi: una larga fetta (il 62%) dichiara che nel 2022 il proprio tenore di vita si è ridotto. La pensa così il 40% di italiani e tedeschi, il 33% di austriaci ed olandesi, il 24% degli svedesi.

Aumenta la quota di cittadini in difficoltà con il pagamento delle bollette (‘spesso’ o ‘qualche volta’): la percentuale europea sale di nove punti (dal 30 al 39% rispetto all’autunno 2021), ma in Italia schizza al 64%.

In Europa, oltre 7 intervistati su 10 dichiarano di essere preoccupati dal carovita in costante crescita. I dati più elevati si registrano in Grecia (100%), Cipro (99%), Portogallo e Italia (98%).

Preoccupano anche il rischio di povertà e l’esclusione sociale (82%), cui segue il cambiamento climatico e la guerra in Ucraina e non solo (81%).

Nel nostro Paese, dopo il carovita, a preoccupare di più sono la povertà, l’esclusione sociale ed il cambiamento climatico (92%).

L’impoverimento in Europa: un sondaggio Ipsos conferma

Un sondaggio condotto da Ipsos in 6 Paesi (tra cui l’Italia) per Secours populaire conferma il fenomeno di impoverimento che emerge nell’attuale società europea.

Ecco i dati italiani risultanti dal sondaggio Ipsos:

Il 40% degli intervistati ha ammesso di essere stato costretto a chiedere un prestito ad un amico o un parente;

Il 36%, pur avendo problemi di salute, ha dovuto rinunciare alle cure;

Il 16% ha chiesto vestiti o un pasto ad un’associazione.

Le percentuali riferite al nostro Paese somigliano a quelle registrate in Francia, Germania e Regno Unito.

Che ne pensate? A voi i commenti!