• Ven. Mag 24th, 2024

Maxi Sequestro Al Ristorante: Era Proprietà Dei Cinesi!

C’è stato un maxi sequestro in un ristorante cinese: non tutto era nella norma. Ecco che cosa è successo!

 

Un’imponente operazione di controllo ha portato al sequestro di oltre mille chili di prodotti alimentari in un ristorante cinese situato in via Dante a Mestre, Venezia. Tra i vari prodotti, è stata trovata anche carne di tartaruga, suscitando particolare preoccupazione. Inizialmente si temeva che la carne appartenesse a una specie protetta, ma ulteriori verifiche hanno rivelato che si trattava di tartarughe d’acqua, comunemente usate in alcune cucine orientali.

Il sequestro è stato effettuato dopo che le forze dell’ordine, composta dalla polizia amministrativa della questura di Venezia, l’Unità Sanitaria Locale (Usl 3) e la polizia locale, hanno scoperto gravi mancanze nelle norme di tracciabilità e conservazione degli alimenti. Il ristorante, noto per la sua posizione strategica vicino a un importante albergo e non lontano dalla stazione ferroviaria, è stato immediatamente sanzionato e chiuso temporaneamente. Potrà riaprire solo dopo un’ulteriore ispezione che confermi il rispetto delle normative sanitarie vigenti.

Questa non è la prima volta che a Mestre si verificano episodi simili. Da fine febbraio, altre attività di ristorazione sono state sospese per motivi igienico-sanitari, tra cui un mini market e un supermercato africano, oltre a un’osteria di Marghera dove sono stati rimossi 150 chili di prodotti non conformi. Questi interventi rientrano in una più ampia operazione delle autorità locali volta a garantire la sicurezza alimentare e la protezione dei consumatori nella regione.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!