• Gio. Ott 6th, 2022

La situazione all’ospedale Cardarelli di Napoli è davvero drammatica. Nello scorso weekend sono stati registrati più di 170 malati, i quali non hanno ricevuto la giusta assistenza sanitaria in seguito alla carenza del personale medico. I medici si sarebbero dimessi poiché, secondo le loro dichiarazioni, non sussisterebbero le condizioni ideali per curare i pazienti. Ecco che cosa è successo.

 

Caos al Caldarelli di Napoli: pochi medici per troppi pazienti

Negli ultimi giorni, moltissimi medici impiegati presso l’ospedale Cardarelli di Napoli avrebbero presentato le loro dimissioni. Il motivo di questa scelta è imputabile al fatto che, a detta di molti, l’ospedale non sarebbe in grado di offrire le giuste condizioni per tutelare al meglio la salute dei malati.

Una presa di posizione simile non ha fatto altro che danneggiare l’ospedale stesso, le cui stanze si sono riempite a livelli indescrivibili. Centinaia di pazienti si sono ritrovati in attesa di assistenza medica per ore e ore senza alcuna possibilità di replica.

La situazione merita sicuramente molta attenzione, in quanto la carenza di personale potrebbe farsi sentire maggiormente in condizioni di emergenza.

Le dichiarazioni di Pino Visone: “I medici si licenziano per le condizioni di inadeguatezza”

A tal proposito Pino Visone, il Delegato Aziendale dell’Istituto Caldarelli, ha deciso di dare il proprio contributo in merito alla vicenda. L’uomo avrebbe dichiarato che molti medici si sarebbero licenziati in quanto impossibilitati nello svolgere il proprio lavoro.

Il sindacato dei lavoratori ha deciso di intervenire per esprimere solidarietà a tutte le persone che per questa grave mancanza non possono espletare la propria mansione. È stata inoltre presentata la richiesta di convocazione per quanto riguarda Vincenzo de Luca e il Prefetto di Napoli Claudio Colomba.

Secondo Visone questa situazione non riguarda solo il Caldarelli, ma molte altre realtà ospedaliere della Campania, esasperate dalla pandemia e dalle difficoltà dell’ultimo periodo.

L’uomo ha ribadito come siano in corso degli interventi volti a ripristinare la situazione nei vari reparti dell’ospedale, soprattutto nel pronto soccorso.

Emergenza al Caldarelli: 172 malati non vengono assistiti per assenza di personale medico

La mancanza di assistenza medica può risultare estremamente pericolosa laddove più pazienti ne facciano richiesta. Questo è quanto è accaduto nella notte fra il 30 aprile e il 1°maggio al Caldarelli.

Nel pronto soccorso del nosocomio napoletano sono stati registrati più di 170 pazienti in attesa di cure. Questi hanno dovuto attendere diverse ore prima di essere visitati, in quanto il personale medico attivo in quel momento era davvero scarso.

Per non parlare poi delle mancanze organizzative a carico dell’azienda, che in quel momento non è sicuramente riuscita a gestire la situazione. L’attesa dei pazienti si è infatti protratta per diverse ore, facendo sì che i malati si accumulassero, risultando più numerosi di quelli che la struttura sarebbe stata in grado di accogliere.

La carenza di personale é sicuramente un grande deficit per il settore ospedaliero italiano. Tutto questo non può far altro che avere delle conseguenze negative nei casi in cui situazioni di emergenza dovessero verificarsi all’improvviso.

Secondo voi gli interventi di cui ha parlato Pino Visone serviranno a migliorare la situazione in Campania oppure sarà necessario prendere ulteriori provvedimenti? A voi i commenti!