• Sab. Set 24th, 2022

Attacco Hacker a Trenitalia: Cosa Sta Succedendo!

Problemi per chi deve acquistare un biglietto del treno. Trenitalia infatti, ha bloccato la vendita nelle biglietterie fisiche e nei self service, a causa di un attacco hacker al sistema informatico. Al momento sono in corso verifiche. Ma ecco tutti gli aggiornamenti sulla vicenda!

Il sistema informatico di Trenitalia sotto attacco: biglietterie in tilt

Caos e disagi nelle stazioni ferroviarie di Trenitalia a causa di un problema informatico. Tutto è avvenuto nella mattinata del 23 marzo, quando la rete informatica di Trenitalia è andata in tilt. Pare a causa di un virus di tipo CriptoLocker. Per i meno esperti in materia, si tratta di una minaccia informatica che cifra i dati del computer della vittima, salvo sbloccarli dietro pagamento di un riscatto. Un sistema che pare essere molto utilizzato dai criminali informatici. Criminali che ora avrebbero preso di mira la rete di Trenitalia. Insomma, un vero e proprio attacco hacker. Ma cosa ha comportato tutto questo? Alcuni disagi e disservizi in diverse stazioni ferroviarie. I disagi si sono avuti nelle biglietterie delle stazioni, anche in quelle self service. In pratica non si poteva acquistare un biglietto. E’ restata invece funzionante la vendita on line dei biglietti. Ferrovie dello Stato ha precisato che questi malfunzionamenti non hanno comportato disagi nella circolazione ferroviaria. I treni hanno viaggiato come al solito. Solo appunto, qualche disguido o disagio per i viaggiatori e per le prenotazioni.

Chi c’è dietro all’attacco informatico a Trenitalia?

Ovviamente si sta indagando per accertare la matrice di questo attacco kacker. In molti hanno il sospetto che quanto accaduto sia da ricondursi alle recenti minacce russe al nostro Paese. Niente di certo, visto che potrebbe essere invece opera di qualche criminale a caccia di denaro. Un po’ come era successo qualche mese fa, quando alcuni cyber criminali avevano preso di mira il sistema informatico della Regione Lazio. I tecnici di Trenitalia stanno indagando per capire quali potrebbero essere le conseguenze per l’azienda. Di certo si sa che già nella prima mattinata, sui computer dei dipendenti di Trenitalia, era apparso un messaggio che invitava tutti a spegnere il computer, compresi i dipendenti in smart working. Voci non confermate, fanno sapere che un fatto del genere era capitato solo pochi giorni fa. In quell’occasione però, Ferrovie dello Stato aveva smentito. Sta di fatto che al momento, oltre a qualche disagio per passeggeri, non sembrano esserci particolari problemi. Anche i viaggiatori che non riuscissero a comprare i biglietti nelle biglietterie fisiche o ai self service, potranno comunque salire a bordo del treno e acquistarlo dal capo treno senza sovraprezzo. Così ha deciso Trenitalia. Quindi per il momento, niente panico. Bisognerà solo capire da chi è stato sferrato questo attacco informatico e risolvere tutto in tempi celeri. A Voi i Commenti!