• Gio. Dic 8th, 2022

Sono sempre di più quei cibi che vengono additati come pericolosi per la salute o che, purtroppo, risultano essere contaminati da sostanze estremamente nocive. L’ultimo allarme è stato lanciato dal supermercato Conad.

 

Ritirato prodotto dal supermercato Conad: è allarme

Questa volta a lanciare l’allarme non sono stati i consumatori né tantomeno i laboratori di analisi che si occupano di effettuare i dovuti controlli sui generi alimentari.

A porre l’attenzione sul problema è stato proprio il Conad, il famosissimo supermercato presente in ogni Regione d’Italia. Qualche tempo fa si è parlato di come il tiramisù prodotto dalla marca Bontà Divina fosse finito al centro dello scandalo, in quanto conteneva al suo interno frammenti di vetro.

Adesso il prodotto incriminato è un altro e, a quanto pare, è doveroso riportarlo al supermercato nel caso in cui si fosse proceduto all’acquisto. Stiamo parlando dei wurstel di puro suino prodotti dalla Conad e venduti nella confezione da 250 grammi.

Questi insaccati conterrebbero della plastica all’interno della loro composizione. Attualmente i lotti interessati sono quelli che hanno come scadenza ultima il 20/10/2022.

Le analisi eseguite dai laboratori hanno rilevato all’interno dei wurstel dei piccoli frammenti di plastica, ed è proprio per questo che è stato predisposto il ritiro dei lotti interessati. Ovviamente trovare della plastica e del vetro all’interno dei generi alimentari non è una buona cosa e sicuramente si tratta di una mossa piuttosto azzardata per la salute di chi li consuma.

Le disposizioni rilasciate dal Ministero della Salute

Anche questa volta il Ministero della Salute ha pubblicato alcune circolari che informano i consumatori sui rischi legati al consumo di questi prodotti.

Le ultime comunicazioni riguardano proprio i wurstel Conad di suino nella confezione da 250 grammi e il Tiramisù al caffè Bontà Divina. I wurstel sono prodotti dall’azienda Grandi salumifici italiani S.p.A. mentre il tiramisù dalla ditta Bontà Divina. In questo caso si tratta di una confezione da 85 grammi che ha come data di scadenza l’8 settembre 2022.

Ancora una volta quindi, si invita il cliente ad essere estremamente prudente nei confronti di quello che consuma, poiché potrebbero verificarsi delle gravi ripercussioni sulla salute.

Nel caso in cui si fosse entrati in possesso dei lotti segnalati, è bene evitare di consumare il prodotto e restituirlo presso il supermercato dove è stato acquistato. In questo modo sarà il punto vendita ad occuparsi del ritiro del genere alimentare, procedendo così alla sua distruzione.

Nella maggior parte dei casi sarà possibile ottenere un rimborso a fronte della restituzione, mentre nel caso in cui questo prodotto fosse già stato consumato, è  bene monitorare le proprie condizioni di salute.

Avete mai acquistato questi due prodotti commercializzati dalla Conad? Eravate a conoscenza dei pericoli presenti nei lotti segnalati? A voi i commenti!