• Sab. Ott 1st, 2022

Farmaco Oki: Ecco Chi Non Deve Assumerlo!

L’Oki è uno dei farmaci più usati e conosciuti. Ma sapevate che non tutti possono assumerlo? Scopriamo tutte le sfaccettature che ha questo medicinale!

 

Che tipo di farmaco è l’Oki?

L’Oky è uno dei farmaci più venduti in Italia proprio perché permette di risolvere diverse problematiche fisiche senza bisogno di prescrizione medica.

Questo medicinale in particolare rientra nella categoria dei farmaci antinfiammatori non steroidei ed è utilizzato in caso di dolore o stato infiammatorio, soprattutto a carico di ossa e articolazioni, mal di testa e anche dopo diverse operazioni chirurgiche.

L’ingrediente principale è il sale di lisina ed è proprio questo che permette di sconfiggere i sintomi che preannunciano la presenza di un disagio all’interno dell’organismo umano. Esistono vari tipi di Oky sul mercato, anche se da sempre la tipologia più commercializzata è quella in bustina o in supposte.

Nel primo caso, la bustina va solitamente sciolta all’interno di un bicchiere d’acqua anche se, da qualche tempo, è stata inventata la versione da assumere senza bisogno di liquidi.
Anche se viene commercializzato senza il bisogno di ricetta medica è importante sapere che esistono delle persone che non possono assumere questo farmaco.

Tra queste rientrano tutte quelle persone che soffrono di asma, rinite allergica o che hanno un’intolleranza verso alcuni principi attivi come ad esempio l’acido acetilsalicilico o ketoprofene.

Questo ingrediente può essere fatale laddove siano presenti delle condizioni di insufficienza epatica o cardiaca, problemi della coagulazione oppure condizioni come la gastrite. Il farmaco in questione è quindi sconsigliato a tutte le donne in gravidanza, soprattutto nell’ultimo trimestre, e nei bambini che hanno meno di sei anni.

In questo caso le persone potrebbero riportare serie conseguenze in seguito all’assunzione del farmaco ed è proprio per questo motivo che conviene leggere attentamente il foglietto illustrativo prima di assumere il prodotto.

A che cosa serve l’Oki?

Solitamente l’Oki viene assunto quando si manifestano determinati sintomi a carico dell’organismo umano. Tra questi citiamo il mal di testa, l’otite, il male alle ossa o alle articolazioni e molte altre condizioni riportate sul foglietto illustrativo.

Parliamo di un farmaco che è in grado di combattere l’infiammazione e annientare il dolore. Proprio per questo motivo viene assunto per contrastare artrite reumatoide e artrosi dolorosa, reumatismi di varia natura, problemi urologici e pneumologici ma anche alcune condizioni che possono subentrare in seguito ad un intervento chirurgico, come la flogosi.

È altresì raccomandato in caso di nevralgia, dolori mestruali e mal di denti, in quanto riesce ad individuare il problema e a contrastare la sensazione dolorosa. È fondamentale però, rispettare al meglio tutte le indicazioni presenti sul foglietto illustrativo e non superare mai la dose giornaliera raccomandata dalla casa di produzione.

Avete mai assunto l’Oki per qualche problema di salute? Eravate a conoscenza degli eventi avversi legati ad un uso improprio di questo farmaco? A voi i commenti!