• Mer. Nov 30th, 2022

Attenzione Alla Truffa Degli Spinaci: Rischi Gravi Alla Salute!

Ormai non si può nemmeno stare tranquilli con i prodotti alimentari. Ultimamente moti beni di prima necessità e di seconda, sono risultati contaminati e dunque pericolosi per a salute umana! Adesso anche la verdura, è stata sequestrata!

 

Spinaci contaminati da mandragora: il Gigante li ritira dal commercio

Il Ministero della Salute ha diramato un annuncio secondo il quale la catena di supermercati “Il Gigante” avrebbe segnalato un lotto di spinaci in busta accusati di contaminazione.

Si tratta di spinaci surgelati appartenenti al lotto 2173, la cui scadenza è fissata al 7 ottobre 2022 e che solitamente vengono confezionati in buste da 500 grammi. L’allarme per sospetta contaminazione è stato però divulgato a tre giorni dalla scadenza del prodotto, motivo per cui molte persone potrebbero averlo già consumato.

Gli spinaci in questione sono prodotti da Rialto S.p.A. per mano dell’azienda Spinerb di Colleoni Andrea & C.presso uno stabilimento sito a Bergamo.

Gli spinaci di questa azienda sarebbero pericolosi poiché in realtà si tratterebbe di mandragora, pianta che avrebbe causato decine di intossicazioni a Napoli.

Mandragora scambiata per spinaci: molte le persone intossicate

Più che di contaminazione si parla di un vero e proprio scambio, in quanto gli spinaci venduti in questo stabilimento non si sono rivelati tali.

In realtà i vegetali in questione appartengono alla mandragora, una pianta erbacea perenne il cui aspetto è molto simile a quello degli spinaci. Questo tipo di pianta produce delle bacche gialle che contengono delle sostanze altamente tossiche.

Gli effetti di questo prodotto si riversano sul sistema nervoso, su quello cardiovascolare ma anche sullo stomaco e sull’intestino. Se consumata in quantità eccessive la mandragora può causare avvelenamento, comportando una visione offuscata, difficoltà nella minzione, tachicardia, mal di testa, episodi maniacali e difficoltà respiratorie.

Nei casi più gravi può sopraggiungere il coma che, a sua volta, può facilmente degenerare nella morte. Attualmente esiste un unico metodo per contrastare gli effetti della mandragora ovvero la fisostigmina, sostanza che riesce a intervenire sul sistema nervoso ripristinando la funzionalità dell’organismo.

È possibile poi somministrare dei farmaci in grado di attenuare la nausea, il vomito e sconfiggere definitivamente gli spasmi del tratto gastrointestinale.

Ancora una volta è doveroso evitare di consumare il prodotto in questione e, se se ne ha la possibilità, riportarlo presso il punto vendita in cui è stato acquistato per ottenere un rimborso.

Così facendo si eviteranno parecchi problemi di salute e si avrà la sicurezza che il prodotto contaminato verrà distrutto dalle autorità sanitarie.

E voi eravate a conoscenza della grande somiglianza che esiste fra gli spinaci e la mandragora? Conoscete qualcuno che ha consumato questo prodotto e che ha provato sulla sua pelle gli effetti dell’intossicazione alimentare? A voi i commenti!