• Sab. Set 24th, 2022

Allarme Peste Suina: E’ Necessario Il Lockdown?

L’allarme relativo alla peste suina è stato da poco diffuso dal Ministero della Salute. A tal proposito sono intervenuti Matteo Bassetti e Ilaria Capua, i quali hanno voluto dare il proprio contributo al fine di bloccare nuove epidemie potenzialmente pericolose. Ecco che cosa è stato detto su questo argomento.

L’intervento di Ilaria Capua: “Bisogna fermare la peste suina”

Un nuovo virus molto pericoloso si sta diffondendo tra i suini, causando la cosiddetta peste suina. Per arginare la malattia ed evitare che questa vada ad insediarsi anche in allevamenti molto numerosi, è dunque doveroso prendere le giuste precauzioni.

L’esperta del settore, Ilaria Capua, ha dichiarato che il virus della peste suina è sfuggito al controllo dell’uomo, migrando di regione in regione e facendo aumentare in maniera esponenziale i casi.
Le prime avvisaglie sono state riscontrate in Piemonte ma, purtroppo, dopo pochi giorni l’infezione si è spostata in Liguria, arrivando persino nel Lazio.

Secondo la donna è quindi importante attuare delle misure in grado di contenere il virus ed evitare che lo stesso possa diffondersi in tutta la penisola.

La proposta di Bassetti: “Per contenere il virus è necessario il lockdown”

Matteo Bassetti, esperto virologo del Policlinico San Martino di Genova, ha dichiarato come, anche in questo caso, sia doveroso rispettare norme rigide come ipotetici lockdown.

Questo perché, anche nel mondo degli animali, i virus si diffondono molto velocemente e senza controllo. Ecco perché la quarantena e il lockdown dei maiali potrebbero essere un ottimo metodo di contenimento del virus. Ovviamente dovrebbe subentrare anche un blocco per quanto riguarda l’esportazione dei prodotti interessati all’estero.

Bassetti ha dichiarato di condividere quanto espresso da Ilaria Capua, aggiungendo che stima la donna e che nessuno è in possesso di tali competenze per quanto riguarda questo settore.

Peste suina in arrivo: il lockdown in Italia

Sulla base di quanto dichiarato dall’infettivologo e dalla virologa, l’unica possibilità per contenere il contagio è quello di istituire un periodo di quarantena per i soggetti colpiti.

È importante, inoltre, che tutti i maiali vengano sottoposti ad un periodo di lockdown proprio per isolare gli infetti dai soggetti sani. Per far sì che questo sistema funzioni è doveroso che tutta la penisola assuma lo stesso atteggiamento, senza alcuna eccezione.

È fondamentale che ogni allevamento si impegni a rispettare le regole generali e a non importare o esportare i prodotti senza dichiararli, poiché ogni sforzo apparirebbe come vano.

Che cos’è la peste suina?

La peste suina è una grave patologia che colpisce cinghiali e suini, spesso uccidendoli. Il Ministero della Salute ha dichiarato che la maggior parte dei soggetti colpiti risiede nei paesi dell’est Europa anche se, negli ultimi mesi, si sono verificati dei casi anche in Italia.

Questa malattia, nota anche come PSA o peste suina africana, è molto contagiosa e si trasmette a causa di un virus che blocca la funzione degli anticorpi del sistema immunitario. L’animale che viene colpito dal virus muore in cinque giorni dalla comparsa dei primi sintomi.

Il virus riesce inoltre a sopravvivere anche nei prodotti derivati da quell’animale, come salumi e insaccati. Un animale colpito mostra particolari sintomi fra cui febbre, emorragia interna, perdita di appetito, costipazione, debolezza e difficoltà respiratoria.

La febbre suina può quindi essere contratta in seguito al contatto con un animale infetto oppure attraverso vettori come le zecche. Da non sottovalutare la presenza del virus su indumenti contaminati o sui rifiuti alimentari che non vengono smaltiti in maniera efficace.

Al momento la malattia non può essere trasmessa agli uomini, ma può causare gravi danni per quanto riguarda la perdita di suini nei paesi colpiti.

Eravate a conoscenza dell’esistenza di questa malattia che colpisce i suini? Pensate che la scienza possa trovare una cura per salvare i soggetti colpiti? A voi i commenti!