• Sab. Ott 1st, 2022

Il Premier ucraino Zelensky ha deciso di fare un appello alla sua Nazione. L’uomo ha espresso delle parole che non lasciano spazio all’interpretazione e lasciano sbigottito il mondo intero!

 

Volodymyr Zelensky e l’appello all’Ucraina: “Sarà l’inverno più difficile di sempre”

Il Premier ucraino Volodymyr Zelensky è tornato a parlare dopo diverso tempo, ma questa volta l’oggetto del suo discorso è stata la sua Nazione: l’Ucraina.

L’uomo ha deciso di parlare apertamente a tutti i cittadini della Nazione, dichiarando loro che l’inverno che busserà alle loro porte sarà il più difficile di sempre, poiché gradi difficoltà si potrebbero manifestare. Il Premier ha quindi focalizzato l’attenzione sullo stop alle esportazioni di materie prime come il gas e il carbone, in quanto il tutto sarà destinato a sopperire ai bisogni del popolo ucraino.

È stata fatta una riunione dove si affrontava il discorso volto all’acquisto di più risorse energetiche, al fine di riparare tutte le industrie danneggiate dalla mano dei russi. Al momento però, la condizione dell’Ucraina è critica e tutto questo potrà realizzarsi solamente in un secondo momento. Nonostante questo piccolo intoppo, il Presidente ucraino ha dichiarato che le autorità stanno facendo di tutto affinché la presenza di questi beni di consumo venga aumentata.

Le proposte di Zelensky e il ruolo dell’Ucraina come candidata all’Unione Europea

Zelensky ha dichiarato che sta prendendo i giusti provvedimenti al fine di ricevere supporto anche dai Paesi europei, soprattutto in merito alla gestione delle materie prime.

Ha poi parlato di come siano iniziate le procedure volte ad includere l’Ucraina nell’Unione Europea e di come si stia facendo di tutto affinché i vari ministri e i governi riescano a valutare positivamente tale richiesta.

Anche in questo senso è subentrato un piccolo punto di stallo che ha fatto variare più volte la situazione dell’Ucraina. Al momento dell’invasione del paese di Zelensky, la Commissione europea aveva valutato l’urgenza di far aderire il paese alla Comunità europea.

Questo avrebbe assicurato all’Ucraina un passaggio privilegiato, che le avrebbe consentito di far parte dell’alleanza con termini straordinari e tempistiche piuttosto brevi.

Dopo varie analisi è però stato stabilito che anche l’Ucraina dovrà rispettare l’iter burocratico che in passato tutti gli altri paesi membri hanno dovuto affrontare. È quindi necessario esaminare le caratteristiche del Paese che intende aderire all’Unione europea e tutte le caratteristiche che lo faranno apparire come il candidato ideale per questo privilegio.

Ovviamente il procedimento non può avvenire dall’oggi al domani, ed è per questo che i tempi di valutazione si sono allungati di molto nelle ultime settimane. Il premier ucraino, quindi, ha fatto diverse proposte all’Europa, chiedendo un aiuto concreto su più fronti, da quello militare a quello relativo alla gestione delle risorse di consumo.

La situazione per l’Ucraina è decisamente in salita poiché non solo si trova in un periodo di grandi ristrettezze economiche, ma risulta essere decisamente danneggiata dalla guerra e dall’invasione dei russi.

Pensate che l’Ucraina abbia diritto ad un supporto ulteriore e all’immediata adesione nei ranghi dell’Unione Europea? Zelensky sta portando a termine il suo incarico con successo e rispetto? A voi i commenti.