• Dom. Mar 26th, 2023

Elly Schlein A Giorgia Meloni: Le Tue Risposte Non Soddisfano!

Nel primo Question Time alla Camera della premier, è duello tra Meloni e Schlein. Un botta e risposta infuocato tra le due leader di partito. Ecco su cosa dovrà rispondere la premier.

 

Duello tra Meloni e Schlein al Question Time

Mercoledì è andato in scena il primo Question Time alla Camera per la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. La premier è chiamata a rispondere a diverse interrogazioni, tra cui il Pnrr, la strage di Cutro, il Mes, il salario minimo legale.

Elly Schlein, la neosegretaria del Pd, ha replicato su un paio di punti: il salario minimo legale ed i figli di coppie omosessuali.

Schlein ha esordito dicendo alla Meloni che le sue risposte non soddisfano. Il Pd ha tentato di arrivare al salario minimo nella scorsa legislatura, ma la premier ed i suoi alleati hanno votato contro. Secondo Elly Schlein, la contrattazione collettiva non basta, altrimenti non avremmo 3 milioni di lavoratori poveri. Pochi di quei contratti vengono sottoscritti da organizzazioni più rappresentative.

Puntando il dito contro il governo Meloni, Schlein accusa la destra ossessionata dall’immigrazione. Una destra che non riesce a vedere le migrazioni di giovani italiani costretti ad andare all’estero per i salari bassi nel nostro Paese.

La neosegretaria del Pd ha anche attaccato la decisione del governo di bloccare l’iscrizione all’anagrafe dei figli delle coppie omosessuali. Ha sottolineato che si tratta di bambini che hanno gli stessi diritti degli altri.

La risposta di Giorgia Meloni sul salario minimo

In risposta a Elly Schlein, Meloni ha dichiarato che, per contrastare il lavoro povero, il governo non crede che fissare un salario minimo legale sia la soluzione. Il salario minimo può diventare un parametro sostitutivo alle tutele garantite ai lavoratori, non aggiuntivo. Un parametro del genere, per il sistema italiano, rischia di avvantaggiare le grandi concentrazioni economiche a cui conviene indebolire i diritti dei lavoratori. Meloni crede sia più efficace estendere la contrattazione collettiva e tagliare le tasse sul lavoro.

Avendo a cuore la questione della denatalità, la Meloni si dichiara sempre pronta a confrontarsi sul tema del congedo parentale.

In attesa del primo vero scontro tra le due leader

Intanto, cresce l’attesa per il primo vero scontro diretto tra le due leader. I temi dell’interrogazione sono l’introduzione del salario minimo legale e l’ampliamento del congedo paritario.

Il testo dell’interrogazione verrà illustrato da Elly Schlein. Dopo la risposta della premier, la neosegretaria del Pd interverrà in replica.

Replica della Meloni ad altre interrogazioni

Giorgia Meloni ha risposto ad altre interrogazioni sul Pnrr, la gestione dei migranti, il Mes.

Riguardo al Pnrr, ha dichiarato che il Governo, consapevole della situazione critica in cui versano i Comuni italiani, è disponibile a valutare ulteriori interventi e risorse da destinare agli enti locali.

Ha annunciato che, finché ci sarà un governo Meloni, l’Italia non accederà al Mes.

Su Cutro e la gestione dei migranti, la coscienza del governo è “a posto”. Il tragico evento dei migranti morti in mare si è svolto in area Sar di responsabilità della Libia. Una volta saputo dell’impossibilità di intervenire da parte delle autorità libiche, l’Italia ha assunto il coordinamento. Bisogna prevenire i trafficanti ed investire sulle rotte legali.

Che ne pensate del duello Meloni/Schlein? A voi i commenti!