• Sab. Set 24th, 2022

Silvio Berlusconi si è espresso in merito alle prossime elezioni politiche. Il Cavaliere non ha speso belle parole nei confronti della Sinistra!

Elezioni 2022: le parole di Silvio Berlusconi

In uno degli ultimi incontri atti a presentare il programma politico per le elezioni di settembre, Silvio Berlusconi ha espresso il suo parere.

Il Cavaliere ha dichiarato che non si candiderà per il Senato, poiché preferisce proiettare il proprio impegno sul fronte europeo. Ha inoltre ammesso che non mira in alcun modo alla carica di Presidente del Consiglio, poiché ha già avuto la fortuna di ricoprire questa carica ed è giunto il tempo che se ne occupi qualcun altro.

Berlusconi ha poi continuato il suo discorso cercando di portare l’attenzione sul tema della guerra e su come la Russia abbia stretto una pericolosa alleanza con la Cina. Per l’ex premier è quindi molto importante fortificare la potenza italiana per renderla pronta ad ogni tipo di evenienza, facendola diventare una vera e propria potenza mondiale.

Silvio Berlusconi parla delle possibili alleanze tra i partiti del centrosinistra

Il dibattito si è poi focalizzato su altri punti, come quello che vede la possibilità di un’alleanza fra i diversi partiti appartenenti al centrosinistra.

Silvio Berlusconi ha quindi parlato di come, secondo lui, le coalizioni che andranno a formarsi nella fazione avversaria sono basate sulla convenienza. Questo perché i partiti di sinistra sono in grado di allearsi solamente contro qualcosa o contro qualcuno.

Il politico ha poi detto di come alcune alleanze, come quella fra Letta e Calenda siano troppo scontate, in quanto hanno come fine solo quello di ingannare gli elettori, promettendo loro qualcosa che poi non riusciranno in alcun modo a realizzare. Per l’uomo quindi, i partiti politici del centrosinistra non dispongono di idee vincenti e proprio per questo opteranno per la coalizione pur di non soccombere.

Come si vota il 25 settembre 2022?

Tra poco più di un mese quindi, gli italiani verranno chiamati alle urne per eleggere i senatori e tutti i membri che andranno a comporre il Governo italiano, premier compreso.

Il 25 settembre sarà necessario recarsi presso il proprio Comune di residenza per esprimere la propria preferenza politica. Per esercitare il proprio diritto di voto è doveroso mostrare un documento d’identità e la tessera elettorale.

In seguito a una delle ultime riforme, i cambiamenti saranno visibili sia alla Camera che al Senato in quanto nel primo caso bisognerà eleggere 400 deputati, nel secondo 200 senatori.

Per esprimere il proprio voto basterà tracciare una X sul partito che si intende votare ed, eventualmente, aggiungere il nome del candidato prescelto.

Pensate che le parole di Silvio Berlusconi siano fondate? Avete già le idee chiare su quanto verrà a verificarsi il 25 settembre? A voi i commenti!