• Mar. Set 27th, 2022

L’Inps nelle  ultime ore, ha deciso di concedere una doppia pensione. La cifra sarebbe così soddisfacente da essere stata descritta come una pensione supplementare. Ma a chi spetta?

 

L’Inps concede la doppia pensione: ecco chi ne ha diritto

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha deciso di concedere una doppia pensione a tutti quei cittadini che soddisferanno alcuni criteri ben delineati.

La doppia pensione può essere descritta come un trattamento finanziario che l’Inps può concedere in aggiunta alla pensione ordinaria laddove vengano riconosciuti alcuni titoli.

A ricevere questo tipo di trattamento saranno tutte quelle persone che percepiscono una pensione ma che, una volta raggiunti i 67 anni di età, saranno in possesso di ulteriori contributi. Questi però non potranno essere utilizzati per ottenere altre prestazioni pensionistiche.

È proprio in questa caso che subentra il nuovo diritto, anche se per apprendere notizie più dettagliate è bene fare richiesta all’Inps. Sarà l’ente ad esaminare la domanda dei vari richiedenti e a verificare la presenza dei requisiti per ottenere questo titolo.

Al momento, la doppia pensione non viene concessa ai liberi professionisti o a chi lavora sotto le casse previdenziali, come ad esempio chi svolge la professione di avvocato o giornalista.

Ovviamente è doveroso recarsi sul portale dell’Inps per esaminare al meglio la questione e verificare di essere in possesso di tutte le caratteristiche richieste per attingere a questa risorsa.

Nuove regole per il settore della pensione: in arrivo la quattordicesima

Se non tutti possono ottenere la doppia pensione, esistono delle possibilità per cui si può beneficiare della quattordicesima mensilità.
Questa sorta di riconoscimento economico viene riconosciuto a tutti coloro che percepiscono un assegno di pensione piuttosto contenuto. Questo è stato fissato a 1.048 € lordi al mese, i quali non dovranno essere superati per poter avere accesso alla quattordicesima sulla pensione.

Ovviamente l’entità di ogni assegno varierà in base all’individuo che la percepisce, in quanto bisogna considerare il reddito del proprio trattamento pensionistico e l’anzianità contributiva che il soggetto ha versato durante l’attività lavorativa. In questo caso la quattordicesima mensilità potrebbe avere un importo minimo di 336 € fino ad un massimo di 655 €, cifre che verranno calcolate e concesse dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Per scoprire a quanto ammonterà l’aumento sulla propria pensione è possibile recarsi sul portale dell’Inps e consultare le varie tabelle che il sito mette a disposizione dei contribuenti. È proprio grazie a queste che sarà possibile conoscere l’entità del proprio assegno e capire in che modo si potrà beneficiare di questa nuova opportunità.

È inoltre previsto che dal 2023 ogni trattamento pensionistico verrà rivalutato in positivo, in modo che la cifra percepita ogni mese dai pensionati sarà sicuramente più alta rispetto al passato.

La decisione presa dallo Stato ha come fine quello di adeguare le necessità dell’individuo al valore dell’inflazione e dei rincari dell’ultimo periodo.

Eravate a conoscenza dell’esistenza di una doppia pensione? Farete richiesta per poter beneficiare di questo importante provvedimento fiscale? A voi i commenti!