• Sab. Ott 1st, 2022

Bonus Cure Termali 2022: Ecco Cosa Prevede Il Bando Dell’INPS!

Un nuovo bando di concorso è appena stato promosso dall’Inps al fine di assegnare importanti sovvenzioni economiche per le cure termali. La novità andrà ad incentivare le strutture italiane che si occupano di fornire questo servizio e i cittadini che ne hanno bisogno. Ecco di che cosa si tratta.

Bando Inps per le cure termali: in cosa consiste?

L’Inps ha appena pubblicato un nuovo bando rivolto a tutti coloro che usufruiscono delle cure termali sul suolo italiano. Nei prossimi mesi, tutte queste persone potranno ottenere un piccolo rimborso laddove si recheranno in centri italiani atti a fornire questo servizio.

Il bando prevede 60 contributi economici di circa 40€ giornalieri, che potranno essere erogati in questo contesto. Il tutto verrà calcolato sul soggiorno effettuato su un periodo massimo di sette giorni, anche di natura non consecutiva.

Cosa bisogna fare per accedere al bando cure termali 2022?

Il bando é indirizzato a tutti i soggetti iscritti presso il Nuovo Fondo di Mutualità dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, attivo ormai dal 2010.

Essere iscritti a questo sistema è davvero molto conveniente, in quanto é possibile beneficiare di prestazioni sanitarie particolari ed importanti sovvenzioni.

Per avvalersi del servizio è necessario aver versato almeno 1.000 € al fondo in questione e non bisognerà partecipare al bando volto ai soggiorni estivi 2022.

È fondamentale ricordarsi che per accedere a questo bando è necessario presentare la domanda entro il 13 maggio 2022. Superata questa data, la richiesta non verrà più presa in considerazione e non si avrà quindi diritto a nessun bonus.

Quali caratteristiche devono riportare i soggiorni prescelti per poter usufruire del bonus?

Come in ogni caso, l’Inps prevede la presenza di alcuni requisiti che i soggiorni prescelti dovranno rispettare. Come prima cosa, la struttura dovrà essere situata sul territorio italiano.

Ogni attività dovrà fornire strumenti utili per prevenire il contagio da Covid-19 e appartenere a delle categorie ben distinte. Tra queste rientrano alberghi, campeggi, affittacamere, agriturismi, bed & breakfast e appartamenti vacanza.

Il contributo verrà corrisposto laddove la prenotazione verrà eseguita nei giorni in cui ci si sottoporrà alle cure termali. L’Inps ha indicato che il soggiorno verrà sovvenzionato laddove dovesse svolgersi tra il 1°giugno e il 30 novembre 2022.

Nell’arco di tempo che intercorre fra queste due date i visitatori potranno richiedere il contributo per un soggiorno massimo di sette giorni. Questi non dovranno per forza susseguirsi, ma potranno essere organizzati in diversi momenti dell’anno.

Esiste una graduatoria per avere accesso a questo servizio? Tutto quello che bisogna sapere!

Per consentire la perfetta distribuzione del servizio, l’Inps ha redatto una graduatoria secondo la quale verranno concessi i contributi.

I primi a beneficiarne saranno i soggetti che per primi si sono iscritti al Nuovo Fondo di Mutualità o che non hanno mai richiesto alcun tipo di prestazione. La graduatoria potrà comunque essere consultata sul sito dell’Inps, rispettando le modalità dello stesso.

É doveroso ricordare che per favorire l’accoglimento della domanda bisogna presentare i documenti del soggetto interessato e la copia delle spese certificate intestate allo stesso.

La struttura che si è occupata di erogare il servizio dovrà inoltre sottoscrivere una dichiarazione formale riportante il periodo del soggiorno.

Questi documenti dovranno essere trasmessi all’Inps entro il 31 dicembre 2022. Per presentare la domanda basta collegarsi al portale dell’Inps e compilare il modulo relativo al servizio, allegando il cedolino dello stipendio e il certificato medico rilasciato dall’Asl.

La domanda può essere presentata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, posta elettronica certificata o inviata sul sito dell’Inps.

E voi approfitterete di questo bando appena erogato dall’Inps? Aspettiamo la vostra risposta nei commenti.