• Sab. Ott 1st, 2022

Multe Per Chi Accende Il Camino: Ecco Chi Rischia!

L’inverno è alle porte e già gli italiani devono dire addio al gas proveniente dalla Russia, ma non solo, attenzione non è più consentito accendere il camino, pena, una multa più che salatissima!

 

Crisi energetica sempre più grave: inverno preoccupante alle porte

Fino a poco tempo fa, eravamo soliti lamentarci per il prezzo relativo alla bolletta del gas soprattutto durante il periodo invernale. A oggi però le preoccupazioni sono ben diverse, poiché non solo il gas costerà il triplo rispetto al passato, ma avremo meno quantità di questo preziosissimo prodotto.

Siamo infatti nel bel mezzo di quella che è stata definita come crisi energetica, una componente che ha portato i prezzi dell’energia a salire a livelli a dir poco spropositati.

Si vocifera che durante il prossimo inverno sarà possibile azionare il riscaldamento solamente per un numero di ore ben individuato dalla Legge. Proprio per questo motivo e per cercare di contenere i consumi, molte persone hanno optato per la legna e per il pellet. Sembrerebbe però che bruciare legna nei camini di casa non sia più consentito come in passato.

Il Governo ha quindi deciso di emanare delle multe per chiunque accenderà il camino alimentandolo con la legna. Questo perché le emissioni prodotte dalla combustione andrebbero a gravare sull’inquinamento, aumentando a dismisura i livelli di CO2 nell’aria.

Dove sarà vietato bruciare la legna nei propri camini?

Al momento, la disposizione relativa al divieto di bruciare legna nel camino di casa entrerà in vigore e dovrà essere rispettata solamente al Nord. Questo perché sono proprio le Regioni settentrionali a produrre molte emissioni di anidride carbonica, ed è per questo che il divieto dovrà essere rispettato senza controbattere.

La Regione più colpita dall’inquinamento è attualmente la Lombardia, dove i cittadini dovranno rispettare questa nuova legge oppure potrebbero arrivare a pagare fino a 5.000 € di multa. È bene però sapere che sarà possibile richiedere degli impianti che permettano di beneficiare della funzione di riscaldamento oppure delle deroghe che consentano di utilizzare per un breve periodo degli impianti storici.

La stessa sorte toccherà poi alle R egioni dell’EmiliaRomagna, del Piemonte, del Veneto e perfino della Toscana, anche se le proteste si stanno già diramando lungo tutto lo stivale.

Esiste un metodo per abbattere il costo delle bollette?

In un periodo così delicato come quello che stiamo vivendo attualmente, risparmiare anche un solo euro può fare la differenza sulla spesa finale. L’idea di accendere un camino è sicuramente più parsimoniosa rispetto all’azionamento dei termosifoni, ma viene però punita dalla Legge.

Per abbassare il costo delle bollette di luce e gas è quindi importante utilizzare gli elettrodomestici solo quando servono, mai lasciarli in stand-by e farsi meno docce.

Bisognerebbe, inoltre, informarsi sui vari bonus che lo Stato è in grado di concedere ai cittadini meno abbienti, in modo da ricevere un aiuto per coprire queste spese a dir poco esorbitanti.

Secondo il vostro parere, lo Stato sta cercando un metodo per colpire duramente ogni cittadino oppure si cercheranno delle soluzioni per abbattere il costo e il consumo del gas? A voi i commenti!