• Mar. Set 27th, 2022

L’Agenzia Delle Entrate sta per tornare alla carica con i controlli e li farà sicuramente a tappeto. Proprio per questo, è bene compilare il 730 precompilato. Ma come funziona?

 

Stop alla tregua estiva: l’Agenzia delle Entrate torna alla carica

Se ad agosto abbiamo potuto tirare un sospiro di sollievo in merito alle varie tasse da pagare, questa fase di tregua è ormai un lontano ricordo per tutti noi. Dopo una piccola pausa infatti, l’Agenzia delle Entrate è tornata nel pieno della sua operosità e questo significa la ripresa di tutte quelle attività che potrebbero in qualche modo punire i cittadini.

Per agevolare i pagamenti ed abbattere il numero delle sanzioni è stato predisposto che i cittadini potranno portare a termine i loro pagamenti entro il 30 settembre. Questa è stata identificata come la data ultima per presentare il modulo 730 precompilato del 2022.

L’unica cosa positiva è che i tecnici del sistema hanno assicurato che accedere a questa operazione sarà molto più semplice rispetto al passato. Anche chi non ha dimestichezza con queste cose potrà riuscire nell’operazione senza troppi problemi.

I modelli del 730 precompilato infatti, sono più completi rispetto al passato e il soggetto richiedente dovrà inserire i propri dati e quelli relativi al suo reddito.

Come funziona il modello 730 precompilato 2022?

L’Agenzia delle Entrate ha quindi individuato nel 30 settembre il vincolo per pagare le tasse e non sforare nell’illegalità. In molti però si stanno chiedendo come funzioni questo nuovo modello da compilare, ed è proprio qui che emergono importanti novità.
Secondo il Fisco italiano sarà possibile compilare questo documento delegando una persona o un familiare che siano avvezzi a questo tipo di operazioni.

Basterà recarsi nell’area apposita indicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate ed effettuare tutti i passaggi richiesti dalla procedura. I vari dati verranno conservati negli anni in modo che, in caso di cambiamenti, si potrà andare a modificare solo la parte interessata.

Per avere accesso al documento bisogna quindi recarsi sul portale dell’Agenzia delle Entrate e accedere tramite lo Spid o la carta d’identità elettronica. Basterà poi recarsi sull’area designata, seguire le indicazioni riportate dal sito e inviare il modello 730 entro il 30 settembre.

Chi deve presentare il modello precompilato del 730 2022?

Come in ogni cosa, esistono delle indicazioni per capire chi deve inviare questo documento e chi invece può farne a meno. Secondo le ultime dichiarazioni rilasciate dall’Agenzia delle Entrate deve inviare il modello 730 precompilato chi percepisce un reddito di pensione, chiunque si trovi in un rapporto di lavoratore dipendente a tempo determinato o indeterminato o chi percepisce la Naspi.

Lo stesso discorso vale per chi ha un lavoro precario all’interno della scuola, chi lavora come sacerdote o all’interno delle cooperative e tutti coloro che svolgono cariche pubbliche. La medesima sorte è prevista per chi percepisce reddito da prestazione occasionale e per chi lavora nel Servizio Sanitario Nazionale.

Eravate a conoscenza di questa nuova modifica che l’Agenzia delle Entrate ha deciso di effettuare in merito alla compilazione del modello 730? A voi i commenti!