• Mar. Set 27th, 2022

Nuovo Attacco In Donbass: L’Ucraina Si Prepara All’Invasione Russa!

Il conflitto bellico fra Russia ed Ucraina non accenna a diminuire e sono sempre di più le vittime che si aggiungono al bollettino di guerra. Tutto è peggiorato da quando la Russia ha preso la decisione di attaccare il Donbass. Ecco quello che sta succedendo nelle ultime ore.

Perché il Donbass riveste un ruolo strategico per la Russia?

Con l’inizio della guerra e l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, si è accentuata ancora più la questione del Donbass.

In realtà questa guerra è iniziata molti anni fa, in quanto si tratta di una zona dell’Ucraina molto vicina alla Russia. La regione in questione è attraversata dal fiume Donec e dal 2014 é al centro della cosiddetta guerra di Crimea.

Parte di questa piccola regione è già stata conquistata dalla Russia, ma l’Ucraina intende riaffermare la propria legittimità sulle zone ancora illese. Nel 2014 è stata firmata una tregua per quanto riguarda la conquista del Donbass, anche se oggi questa sembra essere stata superata dal nuovo conflitto bellico.

Gli scontri, infatti, si sono fatti più violenti che mai e tutti coloro che vivono in questa zona hanno paura di essere colpiti da un momento all’altro.

Che cosa sta succedendo nel Donbass in questo momento?

La situazione nel Donbass è veramente molto preoccupante al momento. L’esercito ucraino sta cercando di istituire dei posti di blocco per far evacuare tutti gli abitanti.

Questi sono spiazzati e intimoriti e non sanno bene che cosa aspettarsi nelle prossime ore. Molte persone sono anziane e quindi non vogliono lasciare la zona perché la considerano casa loro.

Alcuni abitanti del posto hanno raccontato di come avvertano ancora oggi la crudeltà di questa guerra iniziata quasi 10 anni fa. Le perdite sono state numerose e, purtroppo, si teme che chi non abbandonerà la zona potrà essere esposto a conseguenze molto serie.

Le parole dell’ufficiale Andrii Bezruchko

In merito alla questione si è espresso anche l’Ufficiale della difesa territoriale Andrii Bezruchko. L’uomo ha cercato di fare delle previsioni su quanto potrebbe accadere in Donbass.

A detta dell’uomo, la città più grande della regione, Slovyansk, è stata conquistata il 12 aprile del 2014 proprio dai russi. Ecco che, quindi, questi potrebbero voler replicare la stessa cosa proprio nei prossimi giorni, quando ricorrerà l’anniversario di questa presa di potere.

Il militare ha poi aggiunto che molte delle città del Donbass sono già provate dai conflitti del passato, che non hanno fatto altro che isolarle dalla comunità.

Molte strutture sono state danneggiate e i ponti e le aree di collegamento distrutti, mai più ricostituiti. Si presume che gli abitanti del posto abbiano intenzione di far saltare tutte le zone che permettono la comunicazione proprio nel momento dell’invasione.

Purtroppo non si sa ancora quanto questa storia possa andare avanti e cosa succederà agli abitanti del Donbass nei prossimi giorni.
Sicuramente l’offensiva militare russa non si farà attendere e l’Ucraina farà di tutto per proteggere il suo territorio ancora una volta.

Nel frattempo altri massacri continuano in molte altre zone dell’Ucraina che, ancora una volta, risulta essere sopraffatta dalla crudeltà dell’esercito di Putin.

In seguito gli ultimi avvenimenti, la Comunità Europea ha deciso di punire la Russia con un nuovo pacchetto di sanzioni molto severe.

Riuscirà la Russia ad annettere la zona del Donbass al suo territorio o gli ucraini riusciranno a mantenere alto l’onore della propria nazione?