• Sab. Set 24th, 2022

Ogni giorno si scoprono nuovi dettagli circa il caso della piccola Diana Pifferi. La madre Alessia ha confessato l’identità del padre biologico della piccola. Ma perchè lo teneva nascosto?

 

Omicidio di Diana Pifferi: le indagini continuano

Qualche giorno fa, si sono svolti i funerali della piccola Diana Pifferi, la bimba morta di stenti dopo sei giorni in cui è stata lasciata sola fra le mura di casa sua.

L’appartamento di Alessia Pifferi, sito in via Parea a Milano, vede ancora oggi il passaggio di molte persone che portano il loro omaggio alla piccola Diana. Fiori, peluche, biglietti e candele colorano il cancello di una casa che, per qualche mese, è stata il rifugio di un piccolo angelo strappato troppo presto a questa vita.

Uno degli elementi da subito sottoposto alle indagini riguarda l’identità del padre di Diana Pifferi. La madre della bambina ha sempre dichiarato di non conoscere l’identità dell’uomo, sostenendo che il suo attuale compagno non fosse in alcun modo correlato alla nascita della piccola.

A quanto pare però, le ultime ore sono state molto intense per Alessia Pifferi, che avrebbe confessato ai suoi avvocati il nome del padre della bambina. I legali Solange Marchignoli e Luca d’Auria hanno quindi scoperto l’identità di questo uomo, etichettato come il padre biologico di Diana.

Perché Alessia Pifferi non ha rivelato l’identità del padre di Diana?

La confessione di Alessia Pifferi ha fatto sì che tutti i dubbi sollevati si risolvessero all’istante, in quanto la donna ha sempre saputo l’identità del padre della sua bambina. Questa avrebbe però deciso di mantenere il segreto per evitare che tutti additassero il suo nuovo compagno come l’ipotetico padre di Diana.

Quando Alessia si è recata in visita dall’uomo, gli ha raccontato che la piccola Diana si trovava al mare con la sorella, ed è per questo che lui non si è preoccupato dell’assenza della bambina.

Ora che il nodo è stato sciolto però, gli inquirenti continuano la ricerca del vero padre di Diana il quale, molto probabilmente, verrà sottoposto alle dovute analisi per attestare quanto dichiarato dalla donna. Secondo le ultime dichiarazioni, l’uomo è italiano e forse non sa nulla dell’esistenza della bambina né tantomeno della sua morte.

Le ultime dichiarazioni di Alessia Pifferi sulla morte della figlia Diana

A diversi giorni dalla morte della piccola Diana, Alessia Pifferi appare molto più lucida rispetto a quando si sono verificati i fatti. Forse è proprio per questo motivo che ha deciso di rivelare l’identità del padre della bambina, anche se gli avvocati hanno deciso che questa informazione verrà divulgata solo a chi di dovere.

Si è poi tornato a parlare della boccetta di benzodiazepine trovata vicino al biberon della piccola Diana. Il flaconcino in questione era mezzo vuoto e la spiegazione sarebbe legata al fatto che questo sarebbe stato usato da uno dei tanti uomini che la Pifferi frequentava.

Sono quindi in corso delle analisi volte a stabilire la presenza delle gocce tranquillanti all’interno del biberon della bambina.

Qual è il vostro parere in merito a questa triste vicenda di cronaca nera? Il padre di Diana sapeva dell’esistenza della piccola oppure Alessia Pifferi non gli ha mai rivelato la verità? A voi i commenti!