• Sab. Ott 1st, 2022

Maria Angioni ha rivestito il ruolo di giudice all’interno del processo di Denise Pipitone. Ora però è lei ad essere sotto processo. Scopriamo cosa sta accedendo in queste ore!

 

Maria Angioni abbandona il campo della magistratura

Maria Angioni ha deciso di dimettersi dalla carica di magistrato: le sue dimissioni sono state pienamente accettate dal Consiglio Superiore della Magistratura.

La donna è attualmente indagata per aver fornito delle informazioni false relative alla scomparsa della piccola Denise Pipitone. Tutto questo ha fatto sì che venissero eseguite delle indagini sulla sparizione della piccola, che però sono state danneggiate da depistaggi e false testimonianze.

Maria Angioni ha quindi deciso di dire basta, in quanto non tollera più la pressione che, da diversi anni, sta affrontando giorno dopo giorno.

Maria Angioni: “Tornerò ad essere un avvocato e ad occuparmi di volontariato”

A quanto pare, la volontà di lasciare la magistratura non sarebbe l’unico desiderio espresso dall’Angioni, che avrebbe deciso di abbandonare anche Sassari.

La donna ha infatti dichiarato di voler tornare in Sicilia per dedicarsi alla sua professione di avvocato. Probabilmente si trasferirà a Marsala ma, al momento, non si sa cosa intenda fare della sua carriera professionale.

In una recente intervista rilasciata a SassariOggi, Maria Angioni ha dichiarato che intende iscriversi all’albo degli avvocati ma, al tempo stesso, dedicarsi alle attività di volontariato. Così facendo avrà modo di assistere anche quelle persone che non possono permetterselo.

Le dimissioni di Maria Angioni saranno effettive dal 31 agosto, giornata in cui la donna perderà tutti i titoli relativi all’incarico di magistrato.

Le accuse giudiziarie a carico di Maria Angioni

Molte delle dichiarazioni rilasciate da Maria Angioni non hanno trovato nessun riscontro in merito alla scomparsa di Denise Pipitone. Proprio per questo motivo, alcune indagini sono state depistate e la Procura di Marsala ha deciso di denunciare la donna per diffamazione.

Per quanto riguarda Denise Pipitone invece, non si è ancora giunti a un punto di svolta poiché, da quel lontano giorno di settembre del 2004, non si hanno più notizie della piccola originaria di Mazara del Vallo.

A continuare la lotta la madre di Denise, Piera Maggio che, a distanza di quasi 20 anni dalla scomparsa della figlia, continua a manifestare la voglia di ritrovarla.

Qualche giorno fa la Maggio è comparsa sui social dichiarando di essere stata poco bene, ma ha ricordato ancora una volta di come sia importante non mollare mai.

La donna ha più volte raccontato di essersi sentita abbandonata dalla Giustizia, che spesso non l’ha aiutata nelle indagini ma l’ha fatta sentire completamente sola. A breve verrà celebrato l’anniversario relativo ai 18 anni di scomparsa della piccola Denise.

Più volte diverse ragazze hanno dichiarato di corrispondere al profilo della bambina, ma i vari test eseguiti non hanno mai rivelato alcuna correlazione con i genitori di Denise.

Secondo il vostro parere Maria Angioni ha fatto bene a rassegnare le dimissioni per intraprendere una nuova carriera professionale? A voi i commenti!