• Sab. Lug 20th, 2024

Putin Mostra La Sua Creazione: Addestrate Forze Armate!

Putin ha dato ordine ad un team di scienziati russi di elaborare un nuovo strumento per ribaltare le sorti del conflitto, e ci sono riusciti. Ecco che cosa hanno creato!

 

Scienziati russi hanno sviluppato un nuovo simulatore avanzato per replicare l’effetto di un’esplosione nucleare a terra. Questa innovazione è finalizzata a ottimizzare l’addestramento delle forze armate russe in scenari che prevedono l’uso di armi atomiche. Secondo l’agenzia stampa russa TASS, questo nuovo modello andrà a sostituire il precedente simulatore, considerato ormai obsoleto.

Il simulatore è stato progettato dai ricercatori dell’Accademia militare russa di logistica. Caratterizzato da una dettagliata simulazione delle caratteristiche visive, compreso l’effetto dell’impatto, il lampo di luce e la tipica nuvola di polvere a forma di fungo, il dispositivo mira a fornire un’esperienza realistica dell’esplosione nucleare. La TASS sottolinea che il simulatore verrà impiegato in esercitazioni e addestramenti pratici con le unità militari. L’obiettivo è migliorare la qualità dell’addestramento delle forze di terra in situazioni di combattimento che coinvolgono l’uso di armi nucleari, oltre a formare unità specializzate in ricognizione terrestre radioattiva, chimica e biologica.

Il nuovo simulatore andrà a rimpiazzare l’IU-59, il precedente modello russo di simulatore di esplosione nucleare. Inoltre, l’esercito russo utilizza anche il simulatore nucleare IAB-500, che imita l’uso in combattimento di una bomba termonucleare RN-24, progettato principalmente per l’aviazione di prima linea.

Questo sviluppo arriva in un contesto di crescente tensione internazionale dovuta all’invasione russa dell’Ucraina. Le dichiarazioni di Vladimir Putin riguardo allo spiegamento di armi nucleari nel luglio 2023 hanno rappresentato un chiaro segnale di avvertimento nei confronti degli Stati Uniti e degli altri membri della NATO che supportano l’esercito ucraino. Un ulteriore allarme è stato lanciato nel dicembre 2022 da Dmitry Medvedev, vice presidente del Consiglio di sicurezza russo, che aveva affermato che i paesi della NATO a sostegno dell’Ucraina potrebbero essere considerati “obiettivi militari legittimi”.

Questo scenario evidenzia la tensione crescente e il rischio di un conflitto nucleare in un contesto geopolitico sempre più complesso.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!