• Sab. Ott 1st, 2022

Allarme Polmonite Sconosciuta: Miete Vittime!

Nelle ultime ore, sono venute a mancare due persone, a causa di una polmonite, definita sconosciuta. A tal proposito è stato lanciato l’allarme sanitario ed un altro paziente è stato messo in quarantena. Scopriamo di più!

 

Morti sospette in Argentina: la causa, una polmonite sconosciuta

Nelle ultime ore, due persone sono morte a Tucuman, Argentina, dopo aver contratto un’insidiosa polmonite che, a quanto pare, risulta essere ancora sconosciuta. Altre persone starebbero patendo le conseguenze di questa malattia e, alcune di queste, sarebbero state confinate al fine di non peggiorare una situazione sanitaria già compromessa.

Il primo caso di questa polmonite così violenta e sconosciuta si è verificato in agosto a Tucuman. La persona colpita è stata messa in quarantena ed è stato possibile individuare come entrambi i polmoni del soggetto siano stati gravemente toccati da un’infiammazione. L’uomo è stato quindi messo in quarantena in un reparto ben specifico dell’ospedale, onde evitare di diffondere la malattia ad altri pazienti.

A quanto pare questa precauzione non è però servita, in quanto la malattia si è diffusa al personale medico e due infermieri sono morti proprio per questo motivo. Sono quindi iniziate le varie indagini, volte ad indagare a fondo sul virus in questione, ma non si sa nulla sul focolaio che ha colpito Tucuman.

Le nuove scoperte sul virus misterioso

Al momento sono solamente due le persone decedute a causa di questa grave malattia, anche se i casi totali sono saliti a otto. Per fortuna, al momento, non sono stati evidenziati altri contagi e quindi si spera che la situazione possa risolversi nel giro di qualche settimana.

Alcuni medici sono arrivati a supporre come questa infezione possa essere in qualche modo correlata ad una piccola epidemia di Legionella. In questo caso l’agente patogeno si può sviluppare nei sistemi idrici delle case e basta davvero poco per contrarre la malattia.
Al momento però, questa rimane solo un’ipotesi ed è proprio per questo che non si può nemmeno stabilire se il responsabile del contagio sia un virus oppure un batterio.

Tutte le persone coinvolte hanno comunque riportato sintomi che, ad un primo impatto, potrebbero essere molto simili alla malattia del Covid-19. Tra questi troviamo la febbre, l’astenia, i dolori articolari e perfino l’impossibilità di respirare. Tutti i test però sono risultati negativi e l’unica terapia concessa non può guarire dal virus, ma solamente lenire i suoi sintomi.

Fino a quando non si avranno notizie più precise si raccomandano le solite regole come lavarsi le mani ogni qualvolta se ne ha le possibilità e vaccinarsi contro tutte le malattie che potrebbero essere contratte in questa zona.

Eravate a conoscenza di quanto accaduto in Argentina? La situazione vi preoccupa? A voi i commenti!