• Dom. Set 25th, 2022

Autunno Bollente Per Putin: Il Russo Sta Bluffando!

Chi conosce bene Putin e la situazione attuale in Russia, sa per certo che la nazione in autunno attraverserà un momento non facile. Proprio per questo il politico starebbe, a detta di molti, bluffando!

 

Le parole di Mark Galeotti: “Putin sta bluffando”

Mark Galeotti è davvero convinto delle sue affermazioni, ed è per questo che nelle scorse ore ha espresso il suo parere sulla situazione di Vladimir Putin. L’uomo, che nella vita svolge la mansione di professore all’Università di Londra, ha invitato l’Occidente a mettersi nei panni di Putin.

Questo perché il modo di ragionare del premier russo non è convenzionale, ed è per questo che le sorprese sono sempre dietro l’angolo. D’altro canto, l’esperto ha rivelato che il leader del Cremlino sta facendo di tutto per nascondere le reali condizioni del suo Paese, gravemente provato dal conflitto e dalle pesanti sanzioni degli ultimi tempi.

Il primo cittadino di Mosca starebbe vivendo un momento davvero critico per il suo mandato, situazione che potrebbe peggiorare nel corso dei primi mesi autunnali.

Quali sono le situazioni che potrebbero far peggiorare la posizione di Vladimir Putin?

Appare indiscutibile come la Russia sia gravemente provata dal conflitto con l’Ucraina, ormai iniziato da diversi mesi.

La guerra lampo ipotizzata da Putin si è rivelata essere tutt’altro che una battaglia rapida e indolore. Allo stesso modo, le sorti dei russi nella terra di Zelensky non sono sicuramente migliori.

Secondo Galeotti, ulteriori sanzioni potrebbero rappresentare la goccia in grado di far traboccare il vaso per la Russia. Questo perché l’economia della Nazione è duramente provata e alti livelli di disoccupazione sono stati raggiunti nelle ultime settimane.

Anche i soldati e i politici hanno cominciato ad esprimere il loro malcontento, in quanto molte delle decisioni prese dal loro premier non coincidono con le volontà del popolo e del governo. La situazione più disastrosa riguarda l’assetto militare, in quanto i soldati scarseggiano e molto presto verranno inviate nuove cartoline ai civili russi.

Secondo Galeotti, il colpo di Stato non è ancora alle porte poiché, nonostante tutto, sono ancora molte le persone che hanno rivolto la loro fedeltà a Putin.

Nel caso in cui, però l, una sovversione dovesse verificarsi, è ancora aperta la carica per il successore di Putin. Questa mansione potrebbe essere ricoperta dal Ministro della Difesa Shoigu, che Galeotti ha definito come patriota nazionalista, ma molto meno euforico rispetto al leader in carica.

È ancora presto per delineare quali potrebbero essere le conseguenze per la Russia e, sicuramente, Shoigu non vuole esporsi onde rivelare al mondo la debolezza della sua Nazione.

Galeotti ha concluso il suo intervento dicendo che, anche in caso di caduta di Putin, la Russia non sprofonderebbe nel caos, in quanto si tratta di un Paese molto solido e ricco di istituzioni ben costruite.

Siete d’accordo con quanto espresso da Mark Galeotti o pensate che la strategia di Putin riesca a favorire la vittoria del suo Paese nel conflitto con l’Ucraina? A voi i commenti!