• Dom. Set 25th, 2022

Il Superbonus del 110% ha aiutato moltissimi italiani a riqualificare le proprie abitazioni e a renderle più efficienti sotto diversi punti di vista. Ma quali documenti bisogna esibire per averne diritto?

 

Superbonus 110%: ecco come usufruirne

Il Superbonus al 110% è un’importante strategia sociale che permette di effettuare dei miglioramenti alla propria abitazione al fine di renderla più efficiente in termini di risparmio energetico.

Esistono diversi metodi per ottenere questo beneficio, ovvero la cessione del credito, lo sconto in fattura oppure una semplice detrazione da fare nella dichiarazione dei redditi.

Se per i primi due ambiti la disciplina è piuttosto semplice da intuire, bisogna prendere i giusti accorgimenti nel caso in cui si scelga la detrazione della dichiarazione dei redditi.

Per ottenere il bonus bisogna infatti essere in possesso di moltissimi documenti, più precisamente 47 certificazioni, che bisogna conservare nel tempo in caso di futuri controlli.

Questi documenti non sono uguali per tutti, in quanto variano in base alla richiesta che si vuole fare, al tipo di immobile sul quale si intende intervenire e anche sulle possibilità del richiedente.

Quali documenti bisogna esibire per richiedere il Superbonus al 110% nella dichiarazione dei redditi?

Per ottenere la detrazione del Superbonus al 110% è importante essere in possesso di alcune certificazioni, senza le quali ogni passo risulterebbe inutile.

Tra i documenti da esibire rientrano i permessi edilizi, le dichiarazioni rilasciate dal personale tecnico dei lavori, gli attestati di prestazione energetica, ogni tipo di dichiarazione sostitutiva, le asseverazioni e persino i bonifici bancari e postali effettuati a questo scopo.

È inoltre fondamentale presentare un contratto di locazione o un certificato che vada ad attestare l’acquisto dell’immobile. Nel caso in cui il beneficiario degli interventi fosse un condominio, è necessario presentare la delibera dell’assemblea e quella che ripartisce tutte le spese fra i vari inquilini.

Così facendo, sarà possibile osservare i vari lavori eseguiti, le diverse unità catastali e perfino la conferma degli avvenuti interventi, i quali dovranno essere certificati dall’amministratore del condominio.

Quali interventi è possibile fare con il Superbonus al 110%?

Il Superbonus al 110% è una detrazione fiscale che viene concessa dallo Stato a tutti coloro che vogliono migliorare e potenziare la propria abitazione.

Così facendo, si può migliorare l’aspetto energetico di vecchi edifici, mettere in sicurezza un’abitazione da potenziali eventi sismici e installare addirittura pannelli solari. Ogni lavoro verrà eseguito con uno sconto fiscale del 110% grazie alla nuova Legge di Bilancio, che permette di beneficiare di questa importante opportunità.

Questa riforma permette di detrarre anche spese secondarie come le operazioni di progettazione e smaltimento, le varie perizie effettuate sull’immobile e il lavoro eseguito dagli operai.

Nella maggior parte dei casi, il Superbonus al 110% viene concesso con la cessione del credito, tramite degli intermediari finanziari che vanno a realizzare i lavori prima di essere rimborsati, oppure con lo sconto in fattura.

Avete già  beneficiato del Superbonus al 110% oppure siete intenzionati a farlo nei prossimi mesi? A voi i commenti!