• Mer. Apr 24th, 2024

Alluvione Emilia-Romagna: Il Governo Sospende Pagamento Imposte!

A seguito dell’alluvione in Emilia-Romagna, il governo varerà misure di emergenza tra cui la sospensione delle scadenze fiscali per famiglie ed imprese.

 

Alluvione Emilia- Romagna: piano di esenzione dal pagamento delle imposte

Per fronteggiare l’emergenza in Emilia-Romagna, il governo prevede nell’immediato il rinvio dei termini per gli obblighi fiscali, contributivi, previdenziali e processuali nelle aree più colpite dall’alluvione.

Il Consiglio dei ministri dovrà concentrarsi sulle risorse per esentare cittadini ed imprese dal pagamento delle imposte, su indennizzi e ricostruzione. I provvedimenti urgenti per contrastare gli effetti dell’alluvione riguarderanno non solo l’Emilia-Romagna ma anche alcune aree della Toscana e delle Marche.

Verrà rimodulata l’ordinanza della Protezione civile riguardo allo stato di emergenza. Verrà emesso un decreto con i primi stanziamenti e la proroga/sospensione degli adempimenti contributivi, fiscali, giudiziari, ecc.

Dopo la riunione con il Consiglio dei Ministri, la premier Giorgia Meloni fisserà un incontro con Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna.

Alluvione Emilia-Romagna: il piano del governo

Per sostenere la Regione Emilia-Romagna, il governo rinvierà i termini degli obblighi fiscali, contributivi, previdenziali e processuali per famiglie ed imprese nelle zone più colpite dall’evento. Sarà necessario individuare i Comuni più colpiti che, al momento, risultano essere Forlì, Cesena e Ravenna. Si valuterà il coinvolgimento di aree in Toscana e Marche e l’entità dei danni.

La sospensione dagli obblighi fiscali potrebbe essere prorogata fino ad ottobre o dicembre 2023.

Il governo dovrà decidere anche per l’esenzione dal servizio per il personale della Pa sfollato, non in grado di recarsi al lavoro come sperimentato durante la pandemia del Covid-19.

Stanziamenti per il sostegno all’Emilia-Romagna

Come già anticipato dal ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci, il governo sta programmando lo stanziamento immediato di ulteriori 20 milioni per l’Emilia-Romagna. Andranno ad aggiungersi ai precedenti 10 milioni stanziati il 4 maggio per coprire le prime spese urgenti e ripristinare la viabilità.

Il decreto impegnerà 100 milioni che, di certo, non saranno sufficienti. La premier ha annunciato che per le risorse si attingerà al Fondo europeo di solidarietà, non ai fondi del Pnrr.

In seguito, per la ricostruzione, verranno messi a disposizione 5-6 miliardi di euro per l’Emilia-Romagna.

Per la pulizia, ripristino e messa in sicurezza di alcune strade, verranno sbloccati rapidamente almeno 1,5 milioni di euro. L’ha annunciato il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Che ne pensate? A voi i commenti!