• Mer. Feb 21st, 2024

Gambero Rosso, I Migliori Panettoni Da Supermercato: La Classifica 2023!

Si avvicina il Natale e, come ogni anno, si ripropone il dilemma della scelta del Panettone: industriale o artigianale? Dall’esterno sembrano tutti uguali, belli alla vista e appetitosi, ma la differenza è evidente sia al naso che al palato. Tuttavia, i panettoni da supermercato continuano a essere i più gettonati: ecco allora la classifica 2023 del Gambero Rosso.

 

I migliori panettoni da comprare al supermercato nel 2023

I Panettoni industriali, ovvero quelli da supermercato, non sono tutti uguali. A conferma di ciò il Gambero Rosso ha stilato una classifica, basandosi su una degustazione alla cieca. Il risultato? Soltanto un brand tra i classici lievitati della grande industria ha raggiunto la sufficienza. Ecco, dunque, quali sono i migliori panettoni in vendita al supermercato:

-Motta: questo panettone presenta una maggiore alveolatura rispetto agli altri. I canditi sono pochi e l’uvetta è ammassata ai bordi. La crosta è piuttosto molle, mentre il profumo artificiale rilascia una nota gradevole di limone. Al palato denota secchezza, ma il gusto non è sgradevole. Valutazione: 61/100;
-Bauli: si distingue per la mollica gialla, umida, facilmente appallottolabile. Il profumo emana note di vanillina, pur migliorando all’assaggio, nonostante il sapore sgradevole dei canditi. Si tratta del tradizionale panettone da acquistare al supermercato e da proporre nei pranzi di famiglia e ai bambini. In questo caso il voto è 57.7/100;

Melegatti: pur non essendo molto invitante nell’aspetto, presentandosi molto chiaro e con pochi canditi, all’olfatto trasmette aromi di caramello, latte, riso. Un insieme di profumi dolci che ricorda l’infanzia, ma che non riesce a nascondere il sapore pungente conferito da quella puntina di lievito in più. Punteggio:
56,4/100;
Tre Marie: è il tipico panettone milanese, caratterizzato da una forma più bassa e larga. Il lievitato è realizzato con un impasto giallo, arricchito di uvetta e pezzetti minuscoli di canditi, abbastanza gradevoli. Il profumo richiama sentori alcolici presenti anche all’assaggio. 53.8/100;
Paluani: si contraddistingue per la sua compattezza e per la presenza di pochissimi canditi nella mollica piuttosto pallida. All’olfatto presenta un profumo retrò, mentre l’esagerata quantità di lievito rende l’assaggio piuttosto acre. La quinta posizione attribuisce al panettone il seguente voto: 51,6%;

Le ultime posizioni della classifica

-Maina: l’aspetto non è dei più promettenti. L’impasto è troppo chiaro, mentre al morso la mollica si presenta compatta, con l’aggiunta di canditi abbastanza duri. Al naso prevalgono le note alcoliche e una particolare acidità, mentre il sapore richiama una dolcezza stucchevole. La valutazione si ferma al 49.3/100;

Balocco: il panettone non ha ricevuto un voto, poiché non appaga il palato e l’olfatto. La mollica è asciutta e non invita all’assaggio, così come i profumi correlati a sentori di formaggio, aceto e cartone. Non classificato.

Il panettone è sicuramente uno dei simboli della tradizione italiana, un dolce che non può mancare alla fine del pranzo di Natale. Sono diverse le tipologie presenti in commercio, a partire dal panettone tradizionale con i canditi a quello con cioccolato, crema o pistacchio. Senza tralasciare i lievitati al limoncello, variegati, senza canditi, mandorlati o nocciolati. La domanda, a questo punto, è solo una: quale scegliere? A voi i commenti!