• Sab. Set 24th, 2022

Omicron Attacca Hong Kong: Ondata Covid Senza Precedenti!

Se da una parte, in Italia la situazione Covid sembra andare per attenuarsi, dall’altra parte del mondo si erge una nuova ondata. Hong Kong è sotto attacco, la variante Omicron dilaga nella metropoli. Vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo nel territorio autonomo asiatico…

Ospedali affollati, gente che ogni giorno si ammala e muore, un gran numero accessi nelle strutture sanitarie: queste solo le ultime novità da Hong Kong, situato poco sotto la Cina. Data la gravità della situazione. Hong Kong ha deciso che sottoporrà a test tutti i suoi abitanti. Un evento talmente pericoloso che il governo del paese ha deciso di mettere in secondo piano tutto il resto per concentrarsi solo sulle giuste misure da prendere. Questa priorità del controllo ha persino rinviato i piani per scegliere il nuovo leader della città, poichè in questo momento si sta attraversando la fase peggiore dall’inizio della pandemia.

È una situazione critica per il sistema sanitario di Hong Kong, che è tornato sotto pressione per un enorme aumento di casi di Covid-19. Un momento così tesa che molti dei pazienti infetti vengono addirittura curati e controllati al di fuori degli ospedali. Stamattina, infatti, il South China Morning Post indicava oltre 6.100 nuovi positivi al virus. Ma come mai i contagi cominciano a diventare eccessivi solo ora?

Sin dall’inizio della pandemia, Hong Kong aveva avviato il sistema di “Zero Covid”, assieme alla vicina Cina. Il successo nel contenimento dei contagi era stato possibile grazie a un sistema piuttosto rigido di quarantene e all’isolamento con il resto del mondo. Oltre a questo, era stato messo in atto anche un sistema molto efficiente di tracciamento: in questo modo le autorità erano riuscite a mantenere la città praticamente libera dal coronavirus. Ma nell’ultimo periodo, in cui si sembrava esser tornati alla normalità, il territorio autonomo ha deciso di eliminare questa politica. È stato facile dunque per la nuova variante Omicron degli ultimi mesi,sconvolgere questo equilibrio, facendo sì che attualmente si abbiano circa 10.000 persone che aspettano di essere ricoverate.

Così come Hong Kong, anche la Cina aveva adottato questo metodo per isolare i casi. Si trattava di eliminare qualsiasi focolaio epidemico effettuando screening di massa. Tutt’oggi il macro-territorio utilizza il mezzo “Zero Covid”, ecco perchè i suoi contagi sono nettamente minori di quelli di Hong Kong. Ma poichè molto vicina, la Cina si allerta in maniera tempestiva. Il presidente Xi Jinping ha esortato le autorità locali a prendere tutte le precauzioni necessarie per fermare o almeno limitare i contagi. Queste pretese sono più che lecite: su tutto il territorio (dunque anche a Hong Kong) deve essere applicata la strategia, in modo da ostacolare l’ondata. Le autorità sono incerte su quali misure adottare per fermare i contagi, e l’influenza del governo cinese rischia di complicare seriamente le cose.

Cosa potrebbe succedere? Sono molte le possibilità e si potrebbe addirittura sfociare in una rivalità. E anche se finora Hong Kong era riuscita a limitare i contagi anche senza adottare questo tipo di misure, sembra proprio che il territorio dovrà sottostare alle decisioni della Cina.