• Sab. Ott 1st, 2022

Un altro triste evento di cronaca ha turbato gli animi dei cittadini italiani. Questo è il caso di Alessandra Matteuzzi e Giovanni Padovani. Scopriamo chi è lui!

 

Chi sono Giovanni Padovani e Alessandra Matteuzzi?

Giovanni Padovani è il classico bulletto tutto muscoli che non ha alcun altro obiettivo se non incutere timore in tutti quelli che incontra. Alessandra Matteuzzi invece, era una bellissima donna che amava pubblicare le foto della sua vita quotidiana sui social.

Giovanni e Alessandra si sono conosciuti sulle piattaforme sociali e avevano trascorso qualche tempo insieme, vivendo però una relazione molto aperta. Nonostante il legame non fosse così intenso, l’uomo era molto geloso di lei ed era solito assillare la donna con la sua presenza.

Giovanni è un appassionato di calcio e di moda, ambito dove, invece, ha lavorato per molto tempo Alessandra. Secondo le ultime indiscrezioni i due hanno avuto modo di convivere per qualche mese e l’uomo si è rivelato in diverse occasioni parecchio inquieto.
Nonostante questi atteggiamenti strani, nessuno ha mai visto qualcosa di negativo in Giovanni, che sui social parlava di come bisogna combattere la violenza sulle donne.

L’orribile gesto commesso da Giovanni Padovani

Il giorno dell’omicidio Giovanni era tutt’altro che sereno e anche i suoi compagni di squadra si erano accorti di questa anomalia. L’uomo aveva infatti deciso di abbandonare la sua squadra per dedicarsi ad altri progetti, ma poi ha ricontattato i suoi compagni dicendo di voler essere riammesso.

I rapporti fra Giovanni e Alessandra si erano interrotti già da qualche tempo, ma lui continuava a stalkerarla senza tregua: in alcuni casi si è persino reso protagonista di diverse molestie. La donna, ormai spaventata. aveva pure denunciato l’uomo alle forze dell’ordine, ma purtroppo questo non è servito a salvarle la vita.

Proprio per questo motivo, Alessandra rimaneva al telefono con le amiche o la sorella quando usciva di casa, in modo da essere in contatto con qualcuno nel caso in cui fosse stata aggredita.

Anche quel giorno Alessandra era al telefono con la sorella ma, nonostante questo, Giovanni l’ha raggiunta e ha cominciato ad infliggerle diversi pugni e calci, lanciandole addosso persino una panchina.

La donna si è quindi trascinata fino alla porta d’ingresso del suo palazzo, ma purtroppo per lei non c’è stato nulla da fare, in quanto è morta quando è giunta in ospedale. Tutti in quel condominio erano a conoscenza di Giovanni e hanno sempre fatto di tutto per evitare che l’uomo entrasse nel palazzo.

Il calciatore però ha studiato tutto nei minimi dettagli e ha atteso per diverso tempo l’arrivo della donna. L’ha poi colpita proprio quando questa stava per rientrare in casa. Fra i due era presente una differenza di età di circa trent’anni e forse Alessandra aveva maturato la consapevolezza che Giovanni non era l’uomo adatto a lei.

L’uomo non ha mai accettato questa decisione e aveva cominciato ad ossessionarla con chiamate e seguendola nei posti in cui lei era solita andare. La vittima in più occasioni ha dimostrato la sua paura, tanto da temere per la vita delle persone che la circondavano.

Qual è il vostro pensiero in merito a questa triste storia di cronaca che, ancora una volta, ha tinto di sangue le pagine della storia italiana? A voi i commenti!