• Mer. Apr 24th, 2024

Scandalo Liliana Resinovich: Apparse Foto Compromettenti!

Di recente uno scandalo ha colpito il caso di Liliana Resinovich, Infatti, sono comparse delle foto compromettenti e poco ortodosse. Ecco che cosa è venuto fuori!

 

Le indagini sulla scomparsa e successiva morte di Liliana Resinovich, la donna di 64 anni trovata senza vita a Trieste dopo 22 giorni dalla sua scomparsa, continuano a rivelare dettagli intricati. Uno degli aspetti indagati riguarda cinque hard disk consegnati dal marito di Liliana, Sebastiano Visintin, a una coppia di amici di Romans d’Isonzo, Giuseppe e Laura. Questi dispositivi, consegnati insieme a una macchina fotografica pochi giorni dopo la scomparsa di Liliana, contenevano tra l’altro foto personali della coppia e immagini per adulti.

Nonostante il contenuto degli hard disk sia stato inizialmente considerato irrilevante per l’indagine, il gip ha successivamente ordinato un’analisi più approfondita. Sebastiano Visintin, due giorni dopo la scomparsa di Liliana, aveva consegnato personalmente alcuni oggetti agli amici, tra cui una macchina fotografica con un cuore di pietra rosso inciso con i nomi “Lilly e Seba”. Questo gesto aveva sollevato interrogativi, soprattutto alla luce delle affermazioni di Visintin riguardo al presunto suicidio di Liliana, un’ipotesi poi messa in dubbio durante la conversazione con Laura.

La consegna degli hard disk, avvenuta poco prima del Natale 2021, e la successiva consegna di questi ai carabinieri da parte di Giuseppe, aggiungono ulteriori sfaccettature all’indagine. Le immagini etichettate come “sex” sugli hard disk sembrano essere foto da calendari per adulti, un dettaglio che, secondo le dichiarazioni, avrebbe potuto imbarazzare Sebastiano Visintin.

Il ritorno di Visintin presso gli amici, dopo che questi avevano già consegnato gli hard disk agli inquirenti, segna un momento di tensione, evidenziato dal racconto di Giuseppe sulla reazione di Visintin alla scoperta della consegna. La motivazione data da Visintin per aver affidato gli hard disk agli amici — la paura di morire a causa di un problema cardiaco e il desiderio di preservare la propria “vita” contenuta nei dispositivi — si scontra con la reticenza riguardo ai 20.000 euro che avrebbe chiesto di conservare, offerta rifiutata da Laura.

Cosa ne pensate? A voi i commenti!