• Sab. Set 24th, 2022

Soldati Italiani In Bulgaria: Svelato Il Motivo!

Molte persone hanno manifestato un alto livello di stupore e preoccupazione quando hanno appreso la notizia della partenza di alcune truppe italiane verso la Bulgaria. Ecco che cosa sta succedendo.

 

I soldati italiani partono per una missione in Bulgaria

Alcuni soldati italiani sono stati inviati in Bulgaria per portare a termine una missione basata su accordi presi fra i vari Paesi alleati e la Bulgaria.

Questo è quanto è stato dichiarato dal Ministero della Difesa in una comunicazione ufficiale. Quasi mille soldati appartenenti all’esercito italiano avranno il compito di guidare gli altri Stati verso un’iniziativa promulgata dalla Nato in Bulgaria.

Ogni tipo di missione sarà coordinata dal Comando Operativo di Vertice Inter Forze e ha come fine quello di rafforzare l’attività di vigilanza, in modo da preparare le truppe in caso di necessità.

In un primo momento, tutte queste missioni sarebbero dovute verificarsi in alcune Nazioni, la cui posizione è stata definita come tattica nei confronti dell’Ucraina. Tra queste rientrano la Bulgaria, la Romania, l’Ungheria, la Slovacchia, la Polonia e le Repubbliche baltiche.

Che cosa sta succedendo in Bulgaria?

Sono davvero molte le persone che si stanno chiedendo perché l’esercito italiano sia partito alla volta della Bulgaria, quando in realtà non è scattata nessuna emergenza.

Secondo le prime indiscrezioni, i soldati italiani sono stati convocati in Bulgaria proprio per portare a termine una missione stabilita dalla Nato, che risponde al nome di Enhance Vigilance Activity.

È proprio in questa occasione che l’Italia potrà mostrare al mondo le sue doti di leader, in quanto sarà proprio la penisola a guidare tutte le altre potenze alleate che hanno deciso di aderire a questa iniziativa. Questo perché, a oggi, la nostra patria è stata dichiarata come una delle Nazioni che ha maggiormente contribuito alla difesa della Nato.

A partecipare a tutto questo sarà l’82º reggimento di fanteria meccanizzata Torino della brigata Pinerolo. Da Bari sono inoltre partiti quasi 50 veicoli tattico logistici, 55 container e moltissimi materiali che potranno facilitare questa missione.

L’armata italiana ha riportato notevoli successi in Albania, in Kosovo, in Bosnia e in Afghanistan, portando a casa dei risultati che hanno permesso di classificarsi fra le migliori brigate del mondo.

Per quale motivo si è deciso di procedere a questa missione?

Il Ministero della Difesa ha comunicato che la decisione di far partire i soldati italiani alla volta della Bulgaria, ha come fine quello di rafforzare il fronte orientale della Nato.

Questo perché si è reso necessario creare delle misure di sicurezza più forti, che vadano a bloccare un ulteriore invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Proprio per questo motivo, i soldati verranno affidati a territori diversi, in maniera da offrire una sorta di barriera in tutte quelle Nazioni che potrebbero facilitare l’invasione da parte della Russia.

Eravate a conoscenza di questa iniziativa promossa dalla Nato, dai Paesi alleati e dal Ministero della Difesa italiana? Pensate che tutto questo possa supportare l’Ucraina, ancora oggi gravemente colpita dalla Russia? A voi i commenti!