• Sab. Set 24th, 2022

Risparmio Energetico: Abolizione Ora Solare?

La Società Italiana di Medicina Ambientale ha deciso di fare una nuova proposta per cercare di contrastare il rincaro dell’energia. E’ giusto abolire il cambio dell’ora legale o solare?

 

L’ora legale per contrastare l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica

Dall’alba dei tempi, gli italiani sono soliti cambiare l’ora in due momenti ben distinti dell’anno ed è per questo che si parla di ora legale e di ora solare. Se fino a questo momento tale riforma è servita per godere di notevoli vantaggi, ora la cosa potrebbe cambiare, ed è per questo che si sta cercando una soluzione.

La Società Italiana di Medicina Ambientale, meglio nota come Sima, ha infatti proposto di instaurare il regime dell’ora legale per tutto l’anno. L’associazione ha infatti notificato un risparmio di circa 1 miliardo di euro nel caso in cui si procedesse con questo stratagemma.

Adottare l’ora legale tutto l’anno vuol dire beneficiare di un’ora di luce in più anche di inverno e questo potrebbe essere un vantaggio, poiché questo periodo dell’anno è particolarmente buio.

Così facendo infatti, i costi energetici verrebbero contenuti e si avrebbe la possibilità di non sprecare energia, anche se solo per 60 minuti.

La questione del cambio dell’ora: ecco che cosa pensa il Governo

Come anticipato prima, il discorso relativo all’abolizione del cambio dell’ora è già stato affrontato più volte in passato. Era il 2018 quando il Parlamento europeo ha votato per abolire questo programma, concedendo ai vari Stati la possibilità di scegliere se adottare questo sistema oppure evitare di cambiare l’ora ogni anno.

Forse è giunto il momento di optare per questa soluzione in quanto, oltre a guadagnare un’ora di luce in più al giorno, ci sarebbero molti altri benefici. Si sprecherebbero infatti meno risorse sia dal punto di vista del gas che della corrente elettrica e i rincari sulla bolletta verrebbero a ridursi drasticamente.

La proposta è quindi quella di chiedere a Draghi di prendere in seria considerazione questa possibilità e seguire tutti quei Paesi europei che, invece, hanno adottato questo sistema già da diverso tempo.

Secondo il parere di Sima, e più precisamente di Alessandro Miani, il Presidente dell’associazione, questa è una delle carte migliori per risollevare lo spreco energetico degli ultimi tempi. Ovviamente i presupposti per portare a termine un’impresa simile ci sono tutti, ma dovrà essere lo Stato ad avere l’ultima parola su un intervento così radicale e mai tentato prima.

Ricordiamo che l’ora legale è quella che viene decisa dallo Stato, mentre quella solare viene calcolata quando il Sole si trova a passare per il meridiano che interessa un determinato Paese.

Solitamente con l’ora legale le lancette slittano di un’ora in avanti, mentre per l’ora solare bisogna portarle un’ora indietro.

Siete dell’idea che adottare il regime dell’ora legale per tutto l’anno possa far risparmiare gli italiani e abbattere i consumi? Preferite continuare sul filone dell’alternanza fra i due sistemi due volte l’anno? A voi i commenti!