• Sab. Ott 1st, 2022

Con l’arrivo del mese di luglio, una nuova sovvenzione economica sarà concessa alla maggior parte dei pensionati italiani. Ecco che cosa cambierà dal 1°luglio 2022.

 

L’Italia e il regime delle pensioni: possibile cambiamento all’orizzonte?

Negli ultimi anni sono stati davvero molti i cambiamenti che sono subentrati nel settore delle pensioni. Allo stesso tempo, una riforma delle stesse è ancora impensabile, anche se il Governo Draghi ha dichiarato di voler promuovere qualche cambiamento in merito.

Sono molte le strade intraprese dal Governo a tal proposito, alcune delle quali non hanno ancora ricevuto l’approvazione delle due Camere. La riforma dello stop fissato a Quota 102 è stata provvisoriamente accantonata. Questa prevedeva di andare in pensione una volta raggiunti i 64 anni di età e dopo aver versato contributi per almeno 38 anni.

A detta dei sindacati è infatti impossibile pensare di lavorare fino a 67 anni, soprattutto in quei settori dove sono richiesti notevoli sforzi di tipo fisico ed intellettuale. Le risposte tardano ad arrivare e non si sa ancora come il sistema pensionistico possa mutare a favore dei contribuenti.

Novità sulla pensione di luglio: quali saranno i cambiamenti?

Secondo le prime indiscrezioni trapelate, molti pensionati potrebbero ricevere un bonus di 200 € proprio a partire dalla pensione relativa al mese di luglio.

Questo bonus sarà concesso a tutti coloro che nel 2022 hanno riportato un reddito non superiore ai 35.000 € lordi. Per far fronte a questa esigenza, il Governo Draghi ha stanziato quasi 7 miliardi di euro che verranno suddivisi in assegni da 200 € l’uno.

Ancora una volta non sarà necessario presentare richiesta, ma sarà l’Inps a svolgere i vari calcoli e a devolvere la cifra dovuta. Questo piccolo importo sarà di grande aiuto per tutti quei pensionati che faticano ad arrivare a fine mese, soprattutto in seguito all’arrivo dell’inflazione.

In arrivo la quattordicesima mensilità per i pensionati in difficoltà 

A quanto pare, il bonus da 200 € non è l’unica novità che andrà a manifestarsi nel settore delle pensioni. Alcuni pensionati, infatti, riceveranno un’ulteriore mensilità che, siccome conferita nel mese di luglio, sarà una vera e propria quattordicesima.

Il bonus verrà concesso a chi soddisferà dei requisiti ben definiti: la quattordicesima verrà corrisposta a tutti quei pensionati che hanno un reddito inferiore ai 13.659,88 € l’anno.

Esistono poi delle particolari condizioni che consentono la destinazione della quattordicesima anche sulla base di altri requisiti, poiché cambiano i parametri fra le varie categorie di lavoro.

Dal mese di aprile, inoltre, tutte le pensioni vengono erogate a partire dal primo giorno del mese. Questo perché gli uffici postali e gli istituti bancari hanno deciso di regolarizzare il pagamento delle pensioni a seguito della fine dello stato di emergenza.

Fino a qualche mese fa infatti, era stato distribuito un calendario che concedeva il pagamento della pensione ai cittadini in base all’iniziale del proprio cognome. Se per maggio il pagamento è avvenuto il secondo giorno del mese per questioni relative al calendario, non ci saranno invece sorprese per giugno e luglio.

Lo Stato spera che questa piccola sovvenzione possa migliorare la situazione dei pensionati in difficoltà che, purtroppo, faticano a gestire le finanze fino alla fine del mese.

Eravate a conoscenza di queste nuove sovvenzioni economiche che verranno introdotte nel mese di luglio? A voi i commenti!