• Gio. Ott 6th, 2022

L’aumento dei prezzi delle ultime settimane si è abbattuto come un fulmine a ciel sereno sulle tasche delle famiglie italiane. Il 2022 causerà l’arrivo di nuove tasse per tutti gli italiani: alcune di queste legate al Covid, altre alla guerra nell’est Europa. Ecco in che cosa consiste la tassa occulta.

Crisi economica in Italia: nuove tasse in arrivo

Il carovita degli ultimi tempi ha generato non poche difficoltà nelle famiglie medie italiane.

La maggior parte di queste, escono provate da un periodo molto duro legato alla perdita e alla diminuzione del lavoro a seguito della pandemia di COVID-19. Come se tutto questo non bastasse, anche il conflitto fra russi e ucraini ha fatto lievitare inevitabilmente i prezzi di ogni bene.

Non da ultimo, il valore dell’inflazione che, secondo le più recenti stime, tenderà ad aumentare ancor di più nei prossimi mesi. Tutti questi fattori non possono far altro che provocare una crisi economica di grande entità.

In arrivo la tassa occulta: ecco di che cosa si tratta

Fra i tanti provvedimenti economici decisi dal Governo, è in arrivo quella che viene definita come tassa occulta dell’inflazione. Ma di che cosa si tratta?

Quando in un paese il carico fiscale aumenta esponenzialmente a seguito dell’inflazione, anche le aliquote generali tendono a salire.
Se il costo della vita aumenta e con esso cresce anche il reddito degli italiani, la situazione economica rimane invariata.

Quando però tutta questa crescita comporta un’evoluzione nel reddito di una persona, questa potrebbe trovarsi a dover pagare più tasse nonostante gli introiti non siano aumentati di molto.

In questo periodo molte persone vivono in ristrettezze economiche. Sarebbe quindi utile escogitare una manovra da parte del Governo per aiutarle in maniera concreta.

Come reagire dinanzi alla minaccia di una nuova crisi economica

Purtroppo la situazione è drammaticamente compromessa e sono davvero pochi i modi in cui è possibile attuare un’inversione di tendenza. Attraverso la perequazione contributiva tutto potrebbe essere gestito con più facilità.

A tutte le spese da sostenere andrebbe quindi aggiunto un calcolo che farebbe ridimensionare questi extra sul valore dell’inflazione corrente. Tutto questo comporterebbe un grande sospiro di sollievo per gli italiani, evitando il rischio dell’stagflazione.

Quest’ultima si manifesta quando i redditi delle persone non crescono, ma i prodotti commerciali subiscono un rincaro notevole. Per non parlare inoltre, del livello di disoccupazione che tende a salire bruscamente.

Questo è lo scenario che potrebbe caratterizzare la nostra penisola nei prossimi mesi, a meno che non vengano prese delle valide misure per rimediare.

Secondo le linee guida è importante abbattere i consumi e circuire la pressione fiscale per non incorrere in una grave crisi economica.

Questa è l’unica soluzione che potrebbe rallentare l’avvento della stagflazione in Italia, anche se il debito pubblico è destinato a crescere sempre di più. Si spera inoltre che il Patto di stabilità deciso a livello europeo verrà al più presto riesaminato in favore del carovita.

Secondo voi lo Stato dovrebbe aiutare i suoi cittadini fornendo loro dei metodi per abbattere il rincaro dei prezzi? Aspettiamo la vostra risposta nei commenti.