• Sab. Set 24th, 2022

Arrestato Funzionario Del Comune: Agevolava I Familiari!

Più volte nel corso della storia, ricoprire una posizione di prestigio ha comportato una vasta dose di profitti per i familiari e gli amici di questa persona. La Guardia di Finanza è riuscita a intercettare alcuni audio, in grado di smascherare un dipendente comunale. Ecco le sue colpe!

 

Caccia al furbetto di turno: ecco le intercettazioni della Guardia di Finanza

Diverse interferenze hanno permesso di scoprire come molte tasse comunali siano state evase in maniera del tutto illecita.

Un dipendente comunale di Palermo, impiegato presso la sezione relativa al pagamento dei tributi, ha portato a termine dei reati, cancellando bollette e i pagamenti vari a carico di amici e familiari.

La Polizia e la Guardia di Finanza hanno quindi condotto delle indagini approfondite dopo aver riscontrato delle anomalie relative al pagamento di tasse, quali IMU e Tari, sul territorio in questione.

L’uomo coinvolto è stato accusato di aver utilizzato le proprie credenziali per modificare le cartelle di Tari e Imu di molte sue conoscenze. La cosa più preoccupante non riguarda l’illecito commesso, ma la facilità e la disinvoltura con la quale l’uomo è riuscito a portarlo a termine.

Il soggetto è quindi stato accusato di frode informatica e accesso abusivo verso sistemi a cui non avrebbe dovuto ricorrere. Il tutto viene aggravato dal fatto che l’uomo abbia commesso più volte lo stesso reato, mostrando una certa disinvoltura nel farlo.

Il colpevole è stato sospeso dalle sue mansioni per almeno un anno e si sta valutando l’esistenza di possibili complici che potrebbero averlo aiutato nel reato.

La Guardia di finanza intercetta gli audio del colpevole

Dopo alcune indagini, la Guardia di Finanza è riuscita a mettere mano su alcune intercettazioni molto esplicite. In alcune di queste risulta particolarmente chiaro come le persone coinvolte arrivino a chiedere all’uomo di intervenire sulle tasse da pagare.

Il video che raccoglie queste testimonianze è stato pubblicato dal sito PalermoToday e mostra come il funzionario comunale si sia mostrato sempre molto disponibile nei confronti di chi gli porgeva tali richieste.

A quanto pare, non è la prima volta in cui l’uomo si è macchiato di reati simili, tanto che era stato trasferito in un altro ufficio proprio per gli illeciti commessi negli anni.

Il soggetto coinvolto nelle indagini avrebbe quindi ammesso di aver modificato alcuni parametri relativi al pagamento delle tasse. Le autorità avrebbero quindi notato come i pagamenti di alcune rate delle tasse non sarebbero stati portati a termine, comportando una perdita di circa 16.000 € per le entrate del Comune.

Sicuramente si tratta di un fatto sul quale gli inquirenti non possono chiudere un occhio e sul quale verranno fatte molte altre indagini.

L’operazione è stata ribattezzata dalla Procura come Sconto d’imposta: nei prossimi giorni si andranno ad analizzare altre intercettazioni, focalizzando il punto su altre accuse. Gli inquirenti hanno infatti evidenziato altri accessi abusivi che potrebbero comportare diversi tagli alle tasse del Comune.

Quali dovrebbero essere le conseguenze per un dipendente comunale che si è macchiato di tale reato? A voi i commenti!