• Sab. Ott 1st, 2022

Ecco Che Cosa Si Vede Prima Di Morire: La Risposta Della Scienza!

La scienza potrebbe rivelare con esattezza tutto quello che si percepisce mentre si muore. Qualche tempo fa, un uomo di 87 anni è morto mentre effettuava un elettroencefalogramma. É proprio in questo momento che alcuni medici avrebbero fatto una scoperta sensazionale al riguardo. Ecco che cosa è stato scoperto.

I ricordi di una vita negli attimi prima della morte: che cosa succede davvero?

Che cosa si prova e, soprattutto, a che cosa si assiste quando si muore? Questa è una delle domande che ci si pone almeno una volta nella vita e a cui nessuno é mai riuscito a dare una risposta precisa.

In molti casi è stato possibile registrare gli ultimi attimi di vita di una persona, notando dei cambiamenti per quanto riguarda la funzione cognitiva nelle prime fasi del decesso.

Gli studi hanno rivelato che proprio in quel momento il cervello fa sì che la coscienza, il ricordo e la percezione vadano a convogliarsi nel settore della memoria. Secondo questa ipotesi quindi, la frase “nel momento in cui muori ti passa tutta la vita davanti” sarebbe realmente fondata.

Alcuni studiosi si sono interrogati su quale possa essere il pensiero di una persona che sta per esalare il suo ultimo respiro. Diversi esperimenti sono stati condotti in questo ambito, ma solo uno ha portato delle risposte.

Cosa si prova prima di morire: l’esperimento dell’Università di Louisville

Alcuni scienziati dell’Università americana di Louisville hanno preso in esame un uomo di 87 anni. Il paziente è stato collegato ad un encefalogramma in modo da poter registrare tutti i cambiamenti cognitivi a pochi istanti dalla morte.

Oltre ad aver rilevato diverse crisi epilettiche di cui l’uomo era affetto, il macchinario ha registrato il sopraggiungere di un infarto che avrebbe causato la morte del soggetto.

Nei minuti che hanno preceduto la morte dell’individuo però, sono state registrate diverse oscillazioni attribuibili alle funzionalità della memoria e del ricordo.

Sembrerebbe quindi che, pochi istanti prima di morire, l’uomo abbia avuto la possibilità di rivivere alcuni momenti molto importanti di tutta la sua vita. Le oscillazioni sarebbero proseguite dopo l’arresto cardiocircolatorio, anche se per un periodo di tempo piuttosto contenuto.

Le conclusioni sull’esperimento medico

Gli studiosi hanno esaminato a fondo quanto avvenuto, dichiarando che nei pochi secondi che precedono la morte si possono rivivere i momenti cruciali della propria vita.

Questo non è un mistero, in quanto diverse persone durante il coma o in fase di pre-morte hanno dichiarato di aver assaporato un riassunto di tutta la loro vita.
Tutto ciò però, non fa altro che innescare diversi dubbi, in quanto non si sa quando la coscienza  dell’uomo cessi di esistere, a prescindere dalla morte dello stesso. Forse gli individui rimangono coscienti per un tempo superiore rispetto a quanto sempre ipotizzato.

Ad ogni modo, lo studio ha rivelato che anche quando si muore il cervello continua la sua attività per qualche minuto, permettendo al deceduto di riassaporare alcuni ricordi davvero speciali.

E voi eravate a conoscenza di quanto accade a pochi minuti dalla morte? Conoscete qualcuno che si è ritrovato in esperienze simili e ha potuto raccontarlo?Fatecelo sapere nei commenti!